Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 18 ottobre 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

AMBIENTE - DA UDINE E TRIESTE IN SU ED IN GIU' CON LE CICLOVIE DELL'ALPE ADRIA E DEL MARE ADRIATICO : TURISMO ECOLOGICO DA 44 MILIARDI DI EURO.

(2018-04-21)

  Entrato a pieno titolo nei trend dei nuovi modi di viaggiare, il cicloturismo registra negli ultimi anni una crescita costante. Basti pensare che in Europa il valore di quello che ormai non è più un fenomeno, ma una vera e propria modalità “slow” di viaggiare, è calcolato in 44 miliardi di euro e che solo in Italia si stima avere un valore potenziale di oltre 3 miliardi di euro.
E se questi sono i dati a livello nazionale, non meno lusinghieri sono i risultati della cosiddetta “bike-economy” a livello regionale. Il 19° rapporto della German Cyclist’s Association, presentato il mese scorso alla fiera del turismo di Berlino, ha svelato che il Friuli Venezia Giulia è la regione preferita in assoluto, con la ciclabile Alpe Adria al 4° posto come percorso preferito tra tutte le ciclabili estere.
Ecco che allora, l'idea di offrire servizi a chi, sulle due ruote, transita per il capoluogo friulano non può essere rinviata.
Proprio per questo che da oggi, 21 aprile, turisti e appassionati potranno contare su due nuove stazioni “infopoint” posizionate a nord e a sud della città, una in piazza ai Rizzi e una in porta Aquileia, più precisamente in piazzetta del Pozzo.
Ma cosa troveranno gli amanti della bici una volta arrivati nelle due stazioni? Oltre a un portabici e a una panchina, sono stati installati dei totem informativi con le principali informazioni sia sulla ciclovia Alpe-Adria, Salisburgo-Grado, in tre lingue, italiano, inglese e tedesco, sia una mappa del percorso ciclabile che attraversa la città, con segnalati i principali punti di interesse turistico, gastronomico, culturale, parchi, servizi e bike service presenti in città, oltre, ovviamente, a una descrizione, sempre in tre lingue, di Udine “una città da scoprire”.

Allestite grazie al contributo di PromoTurismoFvg e dall'assessorato regionale al Turismo, le due stazioni dei Rizzi e di piazzetta del Pozzo sono state realizzate dall'assessorato comunale al Commercio e Turismo e già dal primo giorno sono state inaugurate con una pedalata collettiva di tanti amanti delle due ruote grazie anche alla partecipazione di Ciclo Assi Friuli. 

Lo sviluppo dei percorsi ciclabili transnazionali del bacino del Mediterraneo passa anche dal Friuli Venezia Giulia grazie alla Ciclovia del Mare Adriatico Fvg 2 (che collega Muggia, Trieste, Monfalcone,  Grado, Aquileia, Cervignano, Marano, Palazzolo dello Stella e Lignano) e si concretizzerà nei prossimi due anni con l'attivazione, nei weekend e nelle giornate festive di luglio ed agosto, di un servizio pilota bici-bus di collegamento tra Grado e Lignano, che implementerà i servizi battello-bici e bici-bus già esistenti.

Inoltre, nei pressi di Trieste, Grado e Lignano verranno installati tre contabiciclette che, assieme ad una serie di interviste sull'origine e la destinazione dei turisti, forniranno dati utili a valutare il ritorno  Economico del cicloturismo sul territorio regionale.

Sono questi gli elementi di maggior interesse per il Friuli Venezia Giulia emersi durante l'incontro odierno dedicato al progetto europeo Mediterranean cycle route for sustainable coastal tourism (Medcycletour), di cui la Regione è partner, che ha visto la partecipazione di delegati provenienti da Spagna, Francia, Italia, Slovenia, Croazia, Grecia e Cipro.

Il progetto triennale, coordinato dalla Regione Andalusia e dalla European cycling federation (Ecf) di Bruxelles, rientra nel programma di cooperazione territoriale transnazionale Interreg Med 2014-20, gode di un finanziamento di oltre 2,5 milioni di euro euro e punta all'individuazione di strategie ed azioni
transnazionali per lo sviluppo del turismo sostenibile lungo gli itinerari ciclabili dell'area mediterranea. (21/04/2018-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07