Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 20 giugno 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI E ITALIANI ALL'ESTERO - BREXIT - TUSK (CONSIGLIO EUROPEO) A PREMIER MAY:" RITENGO POSSIBILE BREVE PROROGA"

(2019-03-20)

Oggi ho ricevuto una lettera dal Primo Ministro, signora May, in cui ha rivolto due richieste al Consiglio europeo: approvare il cosiddetto accordo di Strasburgo tra il Regno Unito e la Commissione europea, e rinviare la scadenza relativa all'art.50 al 30 giugno 2019. Ho appena discusso queste proposte per telefono con il Primo Ministro.

Alla luce delle consultazioni che ho condotto nei giorni scorsi, ritengo che sarà possibile una breve proroga, ma sarà subordinata a un voto positivo sull'accordo di ritiro alla Camera dei Comuni. Per quanto riguarda la durata di questa estensione, la domanda rimane aperta. La data proposta dal Primo Ministro, il 30 giugno, che non manca di aspetti positivi, solleva tuttavia una serie di questioni di natura legale e politica che i leader discuteranno domani. Per quanto riguarda l'approvazione dell'accordo di Strasburgo, credo che sia possibile e che non comporti rischi. Soprattutto se contribuirebbe a far progredire il processo di ratifica nel Regno Unito.

Per il momento, non prevedo la convocazione di un Consiglio europeo straordinario. Se i leader approvano le mie raccomandazioni, e se la prossima settimana si terrà un voto positivo alla Camera dei Comuni, saremo in grado di finalizzare e formalizzare la decisione di estensione in una procedura scritta. Tuttavia, in caso di necessità, non esiterò a invitare i membri del Consiglio europeo a riunirsi a Bruxelles la prossima settimana.

Anche se la speranza di un successo finale può sembrare fragile, persino illusoria, e anche se la stanchezza causata dal Brexit è più visibile e giustificata, non possiamo arrenderci a cercare - fino all'ultimo momento - un soluzione positiva, questo ovviamente senza riaprire l'accordo di ritiro. Abbiamo risposto con pazienza e buona volontà a innumerevoli pericoli e sono convinto che, ancora una volta, in questa fase molto delicata di questo processo, né la pazienza né la buona volontà ci mancheranno."  conclude Tusk nella sua risposta alla Premier May.(20/03/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07