Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 24 marzo 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DIRITTI DEI CITTADINI - PRIVACY - CONSOLATI, SPID, CAF E CALL CENTER AL CENTRO ATTENZIONE DEL GARANTE PRIVACY NEI PROSSIMI MESI PER IL TRATTAMENTO DATI

(2017-02-28)

  Il  Garante per la protezione dei dati personali nei prossimi mesi incentrerà la propria attività ispettiva su alcuni settori "delicati" per la tenuta della privacy. L'attività ispettiva verrà svolta anche in collaborazione con il Nucleo speciale privacy della Guardia di finanza sulla base del protocollo di intesa  siglato lo scorso anno che ha rafforzato l'attività di collaborazione tra la Guardia di Finanza e il Garante.

Oltre che sui trattamenti di dati effettuati per il rilascio dell’identità digitale ai cittadini italiani,  sulle società che operano nel settore del telemarketing (con particolare attenzione a quelle situate in Albania) e sul sistema informativo dell’Istat,  le verifiche del Garante si incentreranno anche sui trattamenti di dati effettuati per il rilascio dei visti da parte dei Consolati italiani all’estero. " Lo segnala il Cor Com, il giornale specializzato nell'economia digitale ed innovazione.

Intanto il bilancio 2016 segna, rispetto all’anno precedente, un incremento di circa il 38% dei procedimenti sanzionatori avviati, saliti a 2.339, diversi dei quali relativi a violazioni di dati personali subite (data breach). Le sanzioni già riscosse dall'erario sono state pari a 3 milioni e 300 mila euro. 53 sono state le segnalazioni all'autorità giudiziaria, la  maggior parte delle quali relative a casi di mancata adozione delle  misure minime di sicurezza.

Gli accertamenti, svolti anche con il contributo delle Unità Speciali della Guardia di finanza, Nucleo speciale privacy,  hanno riguardato  numerosi e delicati settori, sia nell'ambito pubblico che privato. Per  quanto riguarda il settore privato le ispezioni si sono rivolte principalmente ai trattamenti di dati effettuati da società che operano nel settore del car sharing; a quelle che si occupano di web marketing e marketing telefonico; alle società che si occupano di ricerca genetica; alle agenzie di lavoro interinale; alle società di assistenza tecnica e recupero dati per pc e telefonia mobile; ai giochi on line; alle finanziarie.

Per quanto riguarda il settore pubblico l'attività di verifica si è concentrata particolarmente  sui Caf e le grandi banche dati pubbliche, sul sistema della fiscalità, con speciale riguardo alle misure di sicurezza e al sistema degli audit.

Il quadro dell’attività  ispettiva del Garante nel 2016 mostra una ancora insufficiente informazione agli utenti sull'uso dei dati personali, sia  da parte delle PA che delle aziende (200 violazioni riscontrate); una mancata adozione delle misure di sicurezza; tempi eccessivi di conservazione dei dati di traffico telefonico e telematico.
Diversi anche i procedimenti sanzionatori per omessa notificazione al Garante con riferimento a trattamenti di particolare delicatezza e le sanzioni  per non aver risposto alle richieste di informazione e documentazione del Garante.segnala Cor Com.(28/02/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07