Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 18 dicembre 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DONNE - 8 MARZO - PRES. CAMERA BOLDRINI:" IMMAGINARE UN FUTURO DIVERSO PER NOI DONNE E' PENSARE A UNA SOCIETA' PIU' GIUSTA PER TUTTI"

(2017-03-08)

“Un futuro diverso per noi donne vuol dire una società più giusta, più ricca, più progredita per tutti. Deve cessare lo spreco di talenti e di risorse culturali, professionali, civili che le donne possono dare a se stesse e alla collettività. L’otto marzo, con le iniziative di mobilitazione che quest'anno lo caratterizzano, è la giornata in cui far sentire più forte questa determinazione". Così il  Presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini

"Guardiamo al nostro Paese, e proviamo a immaginare un futuro in cui le donne abbiano accesso al mercato del lavoro allo stesso livello degli uomini: oggi in Italia solo il 48% delle donne lavora, e assieme a tante vite ne risente anche il prodotto interno lordo. Proviamo a immaginare un futuro in cui non siano mosche bianche le donne ai vertici delle aziende; in cui non abbiano bisogno di quote rosa per l’accesso in politica, in cui siano pagate allo stesso modo dei colleghi uomini a parità di ruolo e funzione".

"Proviamo a immaginare un futuro in cui non sia una notizia che un imprenditore assuma una donna incinta al nono mese di gravidanza. Un futuro in cui una donna non sia costretta a scegliere tra lavoro e famiglia, come non lo sono i colleghi uomini. E ancora proviamo a immaginare un futuro in cui le donne siano libere dalla violenza: quella brutale, arcaica, che conoscono da millenni, e quella solo apparentemente più ‘moderna’ che viaggia in rete.

Immaginare e praticare questo futuro - ha concluso la presidente della Camera - dovrebbe essere un compito di tutti, uomini e donne. Ma tocca in primo luogo a noi fare azione di empowerment, darci reciprocamente forza, fiducia, sostegno. E l’obiettivo dovrebbe stare a cuore a chiunque consideri intollerabili le disuguaglianze: il divario di genere è oggi una zavorra che frena anche la nostra ripresa.

Il 50% della popolazione non può più continuare ad essere discriminato. È una questione di giustizia sociale, è una questione di sostenibilità, è una questione di democrazia”. (08/03/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07