Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 23 maggio 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

SINDACATI ITALIANI NEL MONDO - EUROPA - DALLA CES "IN SETTE PAESI EUROPEI I LAVORATORI STANNO PEGGIO OGGI DI 8 ANNI FA

(2017-03-17)

  "I lavoratori ancora non  sentono gli effetti della ripresa economica." Lo afferma una nota della Confederazione Europea  dei Sindacati, facendo riferimento ad un nuovo studio pubblicato dal Trade Union Istituto europeo (ETUI) e il Trade Union Confederation (ETUC) europeo, che sottolinea come i salari siano più bassi oggi di quanto non lo fossero otto anni fa in sette stati membro dell'Unione europea.

Lo studio ha anche rilevato che in 18 paesi europei, i salari sono cresciuti molto più lentamente nel corso dei sette anni successivi alla crisi rispetto agli otto anni che l'hanno preceduta.

Durante i sette anni dal 2009 al 2016, i salari reali (al netto dell'inflazione), in media, sono diminuiti ogni anno dal 3,1% in Grecia, 1% in Croazia, 0,9% in Ungheria, 0,7% Portogallo, 0,6% a Cipro, 0,4% nel Regno Unito e dello 0,3% in Italia.

La crescita dei salari reali è stata inferiore durante il periodo 2009-2016, piu' che nel corso degli anni 2001-2008 in Austria, Belgio, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia e Svezia.

La crescita media annua dei salari reali è precipitata del 11,2% nel 2001-2008 al 0,1% nel 2009-2016 in Romania, 8,8% al 1% in Lituania e del 10,6% a 1,2 % in Lettonia.

Solo tre paesi, Germania, Polonia e Bulgaria, hanno visto aumenti dei salari reali tra il 2009 e il 2016 che superano quelli del periodo 2001-2008.

Anche nel 2016, mentre i salari reali hanno cominciato a salire, in realtà sono scesi in Belgio e sono rimasti pressoché invariati in Italia, Francia e Grecia.

"Si tratta di una pessima notizia non solo per i lavoratori e le loro famiglie, ma anche per le imprese", ha detto il segretario confederale della CES Esther Lynch. "Se i lavoratori hanno meno soldi da spendere, anche le aziende sembrano soffrire. "

Ma "Il tempo per una vera ripresa è arrivato. I lavoratori hanno bisogno di un aumento salariale in Europa. Gli stipendi iniziano a prendere colore, ma hanno ancora molto da recuperare. " (17/03/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07