Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 23 giugno 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

IMPRESE ITALIANE NEL MONDO - DESIGN MADE IN ITALY - ARREDO CASA IN USA CUCINE IN INDIA SEDIE IN CINA GIOIELLERIA IN SVIZZERA E HONG KONG: IL DESIGN ITALIANO NEL MONDO= 20,5 MLD DI EXPORT

(2017-04-06)

  Design italiano nel mondo? Per sapere dove va, quali sono i maggiori mercati, quali gli emergenti e quante imprese operano nel settore ecco la mappa: “Il design italiano nel mondo – Italian design in the world”, realizzata dalla Camera di commercio di Milano in collaborazione con Promos, la sua azienda speciale per le Attività Internazionali.

Un export da 20,5 miliardi in un anno. È il valore raggiunto dall’Italia nel 2016 tra arredamento, illuminazione, articoli in porcellana e ceramica e gioielleria, stabile rispetto all’anno precedente. Ma sono aumentate le esportazioni di mobili per cucine e poltrone e divani (+5%), di sedie (+3%), di apparecchi per l’illuminazione e di prodotti in vetro (+2%). I 3 maggiori partner italiani sono: Francia (13,2%), Stati Uniti (9,3% che guadagna due posizioni rispetto allo scorso anno, +7,7%) e Germania (9,3%). In ascesa anche: Israele (+13%), Paesi Bassi (+7%), Spagna (+6%) e Giappone (+5%).

Tra le prime 20 destinazioni compaiono poi: Svizzera, Regno Unito, Emirati Arabi e Hong Kong. E se la Francia è il principale partner per quasi tutti i prodotti, i mobili d’ufficio vanno anche nel Regno Unito e a Singapore, le cucine negli Stati Uniti ma anche in India, i materassi in Germania e Canada, l’arredo domestico negli Stati Uniti e in Israele, le sedie in Germania e Cina, le poltrone e i divani tra Regno Unito ed Emirati Arabi, le parti di mobili in Regno Unito, le apparecchiature per l’illuminazione, i prodotti in vetro e in porcellana in Germania, la gioielleria, bigiotteria e le pietre preziose in Svizzera, Emirati Arabi Uniti e Hong Kong. Emerge da elaborazioni della Camera di commercio di Milano e Promos su dati Istat e registro delle imprese anno 2016.

Ai primi posti in Italia per imprese del design: nel manifatturiero Monza e Brianza (6,3%), Treviso (4,6%) e Milano (4,3%); nel commercio Roma (8,9%), Napoli (8,6%), Milano (5,4%); nella progettazione di design Milano (10,5%), Torino (6,8%), Roma (4,9%). Nell’export prima Treviso (10%), seguita da Arezzo e Vicenza (9%). Milano quarta (+4,5%).
Iniziativa Promos nel design con il Brasile fino al 7 aprile. Promos, azienda speciale per le Attività Internazionali della Camera di commercio di Milano, per favorire il processo di internazionalizzazione nel mercato brasiliano delle aziende lombarde attive nell’arredamento e del design, in occasione del Salone del Mobile, organizza insieme ad Apex Brasil, fino al 7 aprile, la manifestazione BRAZIL S/A presso l’Università Statale di Milano. L'iniziativa prevede la partecipazione di una collettiva di 60 aziende afferenti ad APEX Brasil che incontreranno una cinquantina di operatori lombardi del settore: importatori, distributori, buyer, agenti, imprenditori interessati a partnership e a trasferimento tecnologico, oltre a studi di architettura e designer per un totale di circa 250 incontri b2b.

Lombardia protagonista del design con oltre 18 mila imprese. Sono 5.507 nel manifatturiero e rappresentano oltre un quinto del totale italiano (21,7%) e vedono Monza (1.598 attività) e Milano (1.088) prima e terza in Italia ma tra le prime 20 ci sono anche Como (4°), Bergamo (15°) e Brescia (16°). Nel commercio invece la Lombardia con 8.125 imprese rappresenta il 13,7% italiano con tra le prime Milano (3°), Monza (10°), Brescia (11°) e Bergamo (19°). Nella progettazione la Lombardia con 4.412 imprese sale a un quarto del totale italiano (24,8%) con Milano al primo posto con quasi 2 mila imprese mentre Bergamo e Brescia si piazzano al 5° e al 6° posto, Como al 13°, Monza e Brianza al 14° e Varese al 18°. Nell’export, Milano in crescita (+4,5%) è al 4° posto italiano, seguono Monza al 6° e Como all’8°, Brescia al 14° e Bergamo al 17°. (06/05/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07