Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 26 giugno 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ECONOMIA ITALIANA - 4 MILIONI DI ITALIANI (11,9%) IN POVERTA' ASSOLUTA. IN MAGGIOR SOFFERENZA GLI ANZIANI . ESSENZIALI INTERVENTI DI SOSTEGNO AL REDDITO.

(2017-04-19)

  Secondo i dati provvisori del 2016, la quota di italiani che si trovano in grave stato di sofferenza economica si attesta intorno all’11,9%, ovvero 1.582.000 di famiglie italiane che nel 2015 si sono travate a vivere in condizione di povertà assoluta: 4,6 milioni di persone, il numero più alto dal 2005 ad oggi.
Le stime Istat rese note questa mattina dicono che l’incidenza della povertà assoluta si mantiene sostanzialmente stabile negli ultimi tre anni per le famiglie. Cresce invece sensibilmente se misurata in termini di persone (7,6% della popolazione residente nel 2015, 6,8% nel 2014 e 7,3% nel 2013). Dunque rimane sostanzialmente stabile rispetto al 2015”. A riferire il dato che fotografa la situazione di indigenza di quasi 35 famiglie su 100 è stato il direttore del dipartimento per la produzione statistica dell’Istat, Roberto Monducci, in audizione sul Def davanti alle commissioni Bilancio del Parlamento.

A soffrire di più di questa condizione sono gli anziani, che hanno visto un peggioramento dell’indice dall’8,4% al 11% nel periodo tra il 2015 e il 2016, e i nuclei familiari dove la persona di riferimento ha perso il lavoro (da 32,1% a 35,8%).
Per quanto riguarda i giovani, ossia la fascia d’età compresa trai i 25 e i 34 anni, la situazione del mercato del lavoro appare ancora sfavorevole.
. “Il 21,2% dei 25-34enni disoccupati nel quarto trimestre del 2015 è occupato un anno dopo, il 43,8% risulta ancora disoccupato e il 35% inattivo. La quota di giovani che ha trovato lavoro nel periodo è più bassa sia rispetto a quella registrata nello stesso periodo dell’anno precedente (27,9%) sia di due anni prima (24,4%)”

In questa situazione, dice l’Istat, risulta fondamentale il rilancio degli investimenti rimasti bloccati ormai da anni tanto che nel 2016 gli investimenti rientrano “tra le principali voci di spesa che hanno segnato una contrazione (-4,5%)”, in calo per il settimo anno consecutivo, così come la spesa per interessi scesa del 2,6%.

Alla luce di tutto questo, l’Istituto di statistica ritiene fondamentale l’intervento di sostegno al reddito dei nuclei familiari in difficoltà economica che dovrà diventare una delle priorità della politica economica del Governo.(19/04/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07