Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 26 maggio 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI ALL'ESTERO - VENEZUELA - SEN.CASINI(PRES.COMM.ESTERI): "L'AMBASCIATORE MIGNANO ED I SUOI COLLABORATORI FANNO COSE STRAORDINARIE. TEMA AZIENDE ITALIANE E' SERISSIMO""

(2017-05-17)

  Principia il suo intervento al Senato, a seguito dell'informativa del Ministro degli Affari Esteri, Alfano, dai tre punti che la Santa Sede ha posto al centro della possibile mediazione con le autorità venezuelane il Sen. Casini (AP-CpE-NCD), presidente della Commissione Affari Esteri del Senato. A cominciare dalla richiesta di immediata liberazione dei prigionieri politici; la fissazione di un calendario elettorale; l'arrivo certo e garantito degli aiuti umanitari e sanitari di cui il Venezuela ha bisogno." Ma, ricorda Casini "Le risposte  sono state semplicemente l'intensificazione della repressione; l'abolizione delle elezioni dei governatori; la sparizione da qualsiasi agenda politica di nuove elezioni, così come dovrebbero essere naturalmente fissate e come sono fissate in ogni Paese, e l'invenzione dell'Assemblea costituente, la cui base di elezione non è quella elettorale popolare, come sarebbe implicito nella parola stessa di «Assemblea costituente», ma è costituita da non meglio identificati comitati di base. Infine, continua a esservi la chiusura netta nel recepimento di qualsiasi aiuto sanitario"

"Davanti a siffatte realtà, prosegue Casini,  parteciperò la prossima settimana, su delega del Presidente, all'incontro dei Presidenti di Parlamento a Brasilia sul tema del Venezuela. E vi faccio notare che ha convocato questa riunione, a cui sono stati invitati solo i rappresentanti dei Parlamenti italiano e spagnolo, quel Brasile che, per sua tradizione, ha un rapporto di amicizia e di preferenzialità con il Venezuela. Vi dico questo per farvi rilevare quanto è cambiata la percezione della situazione in Venezuela, come ha testimoniato il ministro Alfano quando ha fatto riferimento a Mujica, l'ex presidente dell'Uruguay, e all'attuale presidente uruguaiano, che sono tradizionalmente sponsor dell'esperienza chavista in Venezuela."

Ed il Presidente della Commissione Esteri è soddisfatto - e lo dice apertamente - per il ruolo dell'Italia " in questa circostanza, in Europa siamo stati i primi " ad impegnarci ed in buona sostanza "a rispondere alle esigenze dei connazionali." Tuttavia Casini esorta il ministro Alfano a "fare di più: é già molto ciò che si è fatto, ma bisogna fare di più e non sentirci appagati da quanto è stato compiuto".

L'ambasciatore Silvio Mignano e i suoi collaboratori fanno cose straordinarie. Io vorrei dire qui, in Senato, che una volta tanto dobbiamo ringraziare i nostri diplomatici e indirizzare loro un applauso. (Applausi dai Gruppi PD e AP-CpE-NCD e dei senatori Gambaro e Sonego), perché so cosa significa in questo momento, per gli impiegati del nostro consolato e della nostra ambasciata, recarsi il mattino al lavoro. Già recarsi al lavoro è una impresa e molti preferiscono rimanere negli uffici dalla fine della giornata di lavoro fino all'inizio del giorno dopo per evitare l'incognita dell'andare a casa e del dover tornare in ufficio. Noi dobbiamo, perciò, fare sempre di più."

" E, dopo aver ringraziato il Presidente della Repubblica per l'impegno sulla questione nei colloqui durante la sua visita in Sud America, Casini ha ripreso il tema, menzionato dal Miinistro, del risarcimento delle aziende italiane" ricordando l'ordine del giorno a prima firma del senatore Sangalli... approvato da quest'Aula". È chiaro - ha fatto presente - che il problema è sul tappeto: quando abbiamo approvato l'ordine del giorno Sangalli era serio, mentre oggi è diventato serissimo, perché la situazione sta peggiorando invece di migliorare."(17/05/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07