Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 27 giugno 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

FISCO IMPRESE - DOPPIA IMPOSIZIONE EUROPA - CONSIGLIO UE PROPONE NUOVO SISTEMA RISOLUZIONE CONTROVERSIE NELLA UE

(2017-05-23)

Doppia imposizione:  un accordo è stato raggiunto oggi nel corso di  una riunione del Consiglio economico e finanziario per un nuovo sistema di risoluzione delle controversie sulla doppia imposizione all'interno dell'UE.

Il Consiglio adotterà la direttiva una volta che il Parlamento europeo avrà dato il suo parere.

La proposta mira a migliorare i meccanismi utilizzati per la risoluzione delle controversie tra gli Stati membri quando sorgono controversie nell'interpretazione degli accordi sull'eliminazione della doppia imposizione. Esso si basa sulla convenzione 90/436 / CEE, relativa all'eliminazione delle doppie imposizioni in caso di rettifiche degli utili di imprese associate.

"Questa direttiva è una parte importante del nostro piano per il rafforzamento certezza fiscale e migliorare il contesto imprenditoriale in Europa", ha detto Edward Scicluna, Ministro delle Finanze di Malta, che attualmente ha la presidenza del Consiglio.

Le situazioni in cui diversi Stati membri tassano lo stesso reddito o capitale due volte possono creare seri ostacoli alle attività commerciali attraverso le frontiere. Essi creano un eccessivo onere fiscale, possono causare distorsioni economiche e hanno un impatto negativo sugli investimenti transfrontalieri.

Il progetto di direttiva richiede meccanismi di risoluzione delle controversie ad essere obbligatoria e vincolante, con termini chiari e l'obbligo di raggiungere risultati. Essa stabilisce in tal modo ad assicurare un contesto fiscale in cui i costi di conformità per le imprese sono ridotte al minimo.

Il testo consente una 'procedura di accordo reciproco' che può essere avviata da parte del contribuente, in base al quale gli Stati membri devono raggiungere un accordo entro due anni. Se la procedura non riesce, una procedura di arbitrato è lanciato per risolvere la controversia entro scadenze precise.
Per questo motivo , un gruppo consultivo da tre a cinque arbitri indipendenti è nominato insieme con un massimo di due rappresentanti di ciascuno stato membro. Il pannello ( 'commissione consultiva') emette un parere per eliminare la doppia imposizione nel caso contestato, che è vincolante per gli Stati membri interessati a meno che non sono d'accordo su una soluzione alternativa.

Il Consiglio ha approvato un compromesso raggiunto suli:

campo di applicazione della direttiva, vale a dire i tipi di controversie che dovrebbero essere coperti. Il Consiglio ha approvato un ampio campo di applicazione, ma con la possibilità, su base caso per caso, di escludere le controversie che non comportano la doppia imposizione;

'Personalità indipendenti' criteri per garantire l'indipendenza di coloro che sono nominati a un pool di arbitri indipendenti. Si è convenuto che gli arbitri non devono essere dipendenti di società o di consulenza fiscale hanno dato consulenza fiscale a titolo professionale. Salvo patto contrario, la sedia pannello deve essere un giudice;

Comitato permanente: la possibilità di istituire una struttura permanente per trattare i casi di risoluzione delle controversie, se gli Stati membri a d'accordo.

Una volta approvata dal Parlamento europeo, gli Stati membri avranno tempo fino al 30 giugno 2019 per recepire la direttiva nelle legislazioni e regolamenti nazionali.
La Direttiva si applicherà ai reclami presentati dopo tale data sulle questioni relative all'esercizio di partenza delle tasse da  gennaio 2018 o dopo 1anno. Gli Stati membri possono tuttavia convenire di applicare la direttiva ai reclami relativi a periodi di imposta precedenti.(23/05/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07