Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 20 ottobre 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DIRITTI DEI CITTADINI - CITTA' DI ROMA: DISSESTO STRADALE URBANO- L'ON. DI BIAGIO QUERELA LA SINDACA RAGGI

(2017-06-06)

  "Oggi ho presentato una denuncia querela al Sindaco Raggi per l'incidente in moto accadutomi lo scorso 8 aprile a seguito del quale ho riportato molteplici lesioni che mi hanno costretto all'immobilità e dalle quali con sacrificio e dolore sto cercando di riprendermi con terapie e riabilitazione". E' quanto dichiara il Senatore Di Biagio, vittima di un incidente in moto a causa dell'asfalto dissestato in una strada romana che in giornata ha depositato una denuncia querela contro la Sindaco Raggi per reato di omissione di atti di ufficio e lesioni colpose".

"La denuncia  - specifica - verte intorno al reato di omissione di atti d'ufficio e lesioni colpose per aver omesso di porre in essere misure urgenti di riparazione e messa in sicurezza di tratti stradali di rilevante importanza per il traffico automobilistico, creando una situazione di impercorribilità e di pericolo per i cittadini, poiché la quantità delle buche, profonde e dai margini netti e dell'asfalto gravemente deteriorato, nonché dei pezzi di asfalto che si distaccano dalla sede stradale per costituire ostacolo, sono tali da impedire ad un conducente per quanto attento, di evitare i relativi rischi con conseguenze gravi e prevedibilmente anche letali".

"Questa denuncia - spiega Di Biagio - non vuole essere un mero atto di provocazione o un gesto demagogico contro il campidoglio, ma un invito alla responsabilità, sacra e inderogabile, rivolto a chi dovrebbe gestire con attenzione e pragmatismo il bene pubblico e - perdonate la veemenza - la vita stessa dei cittadini. Che senso ha invocare come un mantra la trasparenza nella gestione della cosa pubblica o l'onestà amministrativa se non si ha la capacità di prestare attenzione alle istanze basilari di una città, perseverando con un approccio vacuo e demagogico e abbandonando a se stesso il cittadino nella sua quotidianità, trasformando in una roulette russa con la propria incolumità, anche quei pochi metri fatti con lo scooter e che ti separano da casa? Io ho riportato delle lesioni, ma il numero delle persone che subiscono gravi danni o che addirittura perdono la vita sulle strade romane non può essere ignorato: un bollettino che dovrebbe essere monito e vergogna".

"Ci troviamo dinanzi ad una vera e propria emergenza - conclude - ed è per questo che chiedo a chi di dovere di scendere dal suo piedistallo e di immergersi in questo dramma quotidiano, fatto di decadenza e abbandono, anche perché forse si fa ancora fatica a capire cosa voglia dire amministrare nei fatti una Capitale come Roma". (06/06/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07