Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 22 agosto 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

FISCO - ROTTAMAZIONE CARTELLE EQUITALIA - DAL 16 GIUGNO DISPONIBILE ANCHE SUL SITO DI EQUITALIA COMUNICAZIONE IMPORTI DA PAGARE

(2017-06-18)

  Dal 16 giugno disponibile anche nell'area riservata del sito del gruppo le informazioni al contribuente circa le sorti della sua adesione alla rottamazione delle cartelle, l'importo da pagare, gli eventuali debiti che non possono rientrare nella rottamazione e la data entro la quale pagare. Inoltre, conterrà il bollettino di pagamento.

Più nel dettaglio, le comunicazioni possibili sono cinque: AT – accoglimento totale della richiesta, AP – accoglimento parziale della richiesta, AD – non c'è nulla da pagare, AX – non si deve pagare nulla per i debiti rottamabili ma c'è un debito residuo per i debiti non rottamabili, RI – rigetto della richiesta.

Pagamento parziale: Per il contribuente che riceve la comunicazione è ancora possibile pagare soltanto alcuni debiti compresi nella stessa recandosi presso gli sportelli Equitalia o utilizzando il servizio che sarà reso disponibile sul sito del gruppo dopo il 15 giugno.

In particolare, tale servizio permetterà di selezionare solo alcuni dei debiti per i quali si è chiesta e ottenuta la rottamazione, richiedendo e stampando esclusivamente i bollettini RAV relativi alle cartelle o agli avvisi che si intende pagare. Come riporta Ipsoa, il servizio dovrebbe chiamarsi ContiTu.

Resta ferma la procedura obbligatoria della riscossione ordinaria per tutti quei debiti che resteranno non pagati.

Modalità della rottamazione: In ogni caso, anche per chi opta per una selezione dei debiti da pagare, continuano a valere le indicazioni inserite nella domanda di rottamazione. Il che vuol dire, ad esempio, che rimangono invariati gli estremi relativi ai dati personali indicati, il numero delle rate prescelte e così via.

Ricordiamo che le rate di pagamento sono in numero massimo di quattro o  cinque (con scadenza luglio 2017, settembre 2017, novembre 2017, aprile 2018, settembre 2018). In ogni caso, almeno il 70% del debito deve essere pagato entro la fine del 2017.(18/06/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07