Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 24 luglio 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

FISCO IMPRESE - EUROPA - DALLE ACLI : APPROVARE SUBITO VERTICE EUROGRUPPO TASSA TRANSAZIONI FINANZIARIE E REINVESTIRE GETTITO IN MISURE A CONTRASTO POVERTA'"

(2017-07-06)

  Il prossimo 10 luglio, a margine del vertice dell’Eurogruppo, è atteso un incontro informale dei Ministri delle Finanze Ue per discutere dei progressi negoziali sulla Tassa europea sulle Transazioni Finanziarie (Ttf). La Ttf è una piccola tassa che se applicata a tutte le transazioni sui mercati finanziari agirebbe da deterrente contro le operazioni di carattere meramente speculativo, senza penalizzare le posizioni di chi investe con l’orizzonte di medio-lungo periodo."  ricorda una nota delle ACLI.

In vista del 10 luglio, 52 esperti di finanza hanno manifestato il proprio sostegno alla misura con una lettera aperta indirizzata ai 10 capi di Stato e di governo dei Paesi coinvolti. Gli esperti descrivono la Ttf come una misura capace di garantire maggiore stabilità e resilienza finanziaria e di generare considerevoli entrate fiscali per i governi.

Secondo Roberto Rossini, presidente nazionale delle Acli, “la Tassa sulle transazioni finanziarie deve decollare come la prima di una serie di misure volte a premiare e garantire una finanza vera, perché a servizio di uno sviluppo realmente umano. L'Ocse ha recentemente reso noto che il divario dei redditi ha raggiunto livelli talmente insensati da mettere a rischio la coesione sociale”.
“Chi vuole veramente l'Europa – afferma Stefano Tassinari, consigliere di presidenza nazionale delle Acli - deve partire da misure che facciano giustizia a favore dei ceti più popolari. L'economia reale oggi è ostaggio di quella dei "soldi fatti coi soldi", che garantisce privilegi per pochissimi e alto rischio a carico di tutti”.

La coalizione italiana sulla Ttf è rappresentata dalla Campagna ZeroZeroCinque che dal 2010 riunisce 60 organizzazioni tra Ong, sindacati e realtà del mondo associativo italiano, tra cui le Acli. La campagna chiede al Premier Gentiloni di esprimersi pubblicamente a sostegno del disegno della Ttf europea e di assumere l’impegno pubblico a destinare il gettito dell'imposta a misure di lotta alla povertà in Italia, a programmi di cooperazione internazionale allo sviluppo e a interventi di contrasto al cambiamento climatico.

Secondo recenti stime della Commissione europea, la Ttf potrebbe generare 22 miliardi di euro all’anno per i 10 Paesi del negoziato. In Italia le entrate erariali, secondo le stime della Commissione e dell'istituto tedesco di ricerca economica (Diw), oscillerebbero tra i 3 e i 6 miliardi di euro all'anno. È stato inoltre calcolato che il mancato accordo del 2016 è costato per i Paesi del negoziato 12,5 miliardi di euro di gettito perso dal 6 dicembre scorso." (06/07/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07