Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 25 settembre 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

PATRONATI ITALIANI NEL MONDO - BONUS - COLOMBINI(COLLEGIO PRES. INCA)." DAL 17 LUGLIO BONUS ASILO NIDO. BENE: MA E' NECESSARIA L'INTRODUZIONE DI NUOVI DIRITTI"

(2017-07-14)

Lunedì prossimo, 17 luglio, sarà disponibile la procedura informatica Inps per la richiesta del BONUS “ASILO NIDO”  di 1.000 euro. L’Inca lancia una campagna di informazione - Mamme e papà..."ho vinto il bonus per l'asilo nido" - rivolta ai genitori che possono far domanda.

Si tratta di un contributo economico, una tantum, che potrà essere richiesto dal 17 luglio prossimo dai genitori di bimbi nati o adottati dal 1 gennaio 2016. Potranno accedervi coloro che sono residenti in Italia, cittadini italiani o comunitari, in possesso di permesso di soggiorno di lungo periodo, gli stranieri aventi lo status di rifugiato politico e di protezione sussidiaria.

Il bonus è finalizzato al pagamento delle rette degli asilo nido pubblici e privati, o per aiutare ad assistere, a casa, i figli, al di sotto dei tre anni di età, affetti da gravi patologie croniche. Il genitore richiedente dovrà dimostrare di aver sostenuto tali spese, allegando tutta la documentazione richiesta. Il bonus sarà riconosciuto direttamente dall’Inps al genitore in 11 rate da 90,91 euro per coloro che mandano i bambini all’asilo nido e in un’unica soluzione ai genitori di bambini ammalati che non possono frequentare le strutture per l’infanzia. Per i bambini che già hanno frequentato gli asili nido l’Inps dovrebbe corrispondere gli arretrati dal 1 gennaio 2017 ad oggi, sempre nei limiti di 1.000 euro annui.

Attenzione però! Non si tratta di un diritto per tutti perché questi bonus verranno erogati entro il limite di spesa stanziato di 144 milioni di euro per il 2017; pertanto, superato tale plafond le richieste eccedenti non saranno prese in considerazione. Quindi, visto che non sono previsti altri requisiti di tipo reddituale o di carichi familiari, bisogna fare attenzione di non perdere la corsa perché chi prima presenta la domanda, avrà maggiori possibilità di rientrare tra gli aventi diritto.

L’Inca e la Cgil hanno ripetutamente criticato la politica dei bonus saltuari perché secondo noi occorre introdurre dei veri e propri diritti, per tutti i destinatari che abbiano le stesse condizioni e non trasformare sempre ogni novità in una corsa ad ostacoli, come avverrà anche nel caso dei BONUS ASILO NIDO. In Italia, il tasso di natalità si mantiene sempre ai minimi storici e di parecchio inferiore alla media europea, anche perché i diritti non sono mai acquisiti una volta per tutte, ma sempre soggetti a modifiche, ad estemporaneità e sono di breve respiro.

Tuttavia, l’Inca, con tutte le sue sedi dislocate sul territorio, è a disposizione per aiutare tutti nell’invio corretto della richiesta. Nelle sedi del Patronato della Cgil mettiamo, inoltre, a disposizione la nostra professionalità attraverso una consulenza specifica rivolta alla “maternità e genitorialità” al fine di aiutare  le madri e i genitori che lavorano e che vengono presi in carico, a districarsi nel complesso panorama dei diritti e delle possibilità legate alla cura dei figli". (14/07/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07