Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 23 ottobre 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

LAVORO - ITALIANI ALL'ESTERO: CONTRATTISTI IN USA - ON.NISSOLI (FI/ESTERO) A MAECI :" CONCESSIONE VISTO A2 IMPIEGATI SENZA CITTADINANZA USA O GREEN CARD" V.MIN.GIRO (MAECI): ESPLOREREMO CON DIPARTIMENTO USA SOLUZIONI PRATICABILI

(2017-09-28)

  Oggi, l’on. Nissoli (Coordinatrice di Forza Italia in Centro e Nord America), in una interrogazione in Commissione esteri, ha chiesto al Governo “di farsi carico delle esigenze degli impiegati italiani a contratto negli Stati Uniti che non hanno cittadinanza statunitense o green card, affinché essi possano continuare a svolgere il loro servizio, essenziale per la rete diplomatico-consolare, in condizioni ambientali ottimali”.

Il Governo, nella persona del Vice Ministro Giro, si legge in una nota riassuntiva dell'on.Nissoli,  ha risposto in maniera positiva assicurando la propria attenzione verso i dipendenti in difficoltà e l’impegno “ad esplorare con il Dipartimento di Stato soluzioni alternative praticabili anche in un’ottica di necessaria reciprocità”.

Di seguito il testo della interrogazione, a firma FITZGERALD NISSOLI, ARCHI, BERGAMINI, BIANCOFIORE, CENTEMERO, LABRIOLA, LAFFRANCO, ELVIRA SAVINO, SECCO, VELLA, indirizzata al Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale, per la quale è stata chiesta una risposta urgente:

"Nel 2016 sono cambiate le regole concernenti il visto «A2» concesso dagli Usa che interessa gli impiegati a contratto italiani non in possesso di permesso di soggiorno;
in base a tale cambiamento tali impiegati a contratto potranno risiedere sul territorio degli Stati Uniti d'America per non più di 5 anni, passati i quali i visti non saranno più rinnovati;
il 27 giugno 2017 è stato organizzato, presso l'ambasciata italiana in USA, un incontro con funzionari dello U.S. Citizenship and Immigration Services (USCIS) e del dipartimento di Homeland Security (DHS) sulla tematica dei visti «A2» per il personale italiano a contratto in servizio presso gli uffici della rete diplomatico-consolare negli Stati Uniti. In tale occasione, i funzionari americani hanno spiegato le tre vie da seguire per ottenere la « green card»;
tali spiegazioni, tuttavia, non hanno risolto il problema, poiché i 20 contrattisti italiani non sono nelle condizioni che vengono richieste dalle modalità per ottenere la « green card»;
urge, pertanto, un intervento del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale presso le competenti autorità americane per una soluzione diplomatica del caso –:
come il Ministro interrogato abbia intenzione di farsi carico delle esigenze degli impiegati a contratto italiani negli USA affinché essi possano continuare a svolgere il loro servizio, essenziale per la rete diplomatico-consolare, in condizioni ambientali ottimali. (4-17272).(28/09/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07