Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 21 novembre 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

PATRONATI ITALIANI NEL MONDO – IMBURGIA(DIRETT.GEN. ITAL UIL): “DA INCONTRO ELEMENTI DI CONCRETIZZAZIONE ACCORDO MAECI/PATRONATI. FOCUS SU INDEBITI CONSULTA LEGALI ITAL A NOVEMBRE”

(2017-10-27)

  “Vorrei esprimere il mio apprezzamento per la recente convocazione dei Patronati da parte del Sottosegretario Enzo Amendola e del Direttore generale degli italiani all'estero Luigi Maria Vignali. Da anni si parla di un protocollo d’intesa e della convenzione tra il Ministero degli Affari Esteri e i patronati, alla luce della pluriennale collaborazione con i Consolati all'estero". A commentare l'iniziativa è il Direttore Generale del Patronato ITAL UIL, Maria Candida Imburgia nel corso di un'intervista ad Italiannetwork/Italialavorotv in cui affronta due argomenti di particolare interesse nell'attività dei Patronati.

" E quando dico collaborazione - prosegue l'esponente del Patronato della UIL - parlo, naturalmente, di un impegno congiunto nel rispetto  dei ruoli e delle funzioni di ciascuno. Una cosa sono i patronati, altri ruoli e compiti svolgono i Consolati con i quali in questi anni abbiamo svolto un lavoro sinergico nell’assistenza  ai nostri concittadini. Il che accade spesso nell’ambito delle attività di patronato, di assistenza e tutela all'estero allorchè capita che il nostro connazionale chieda  presso i nostri uffici di patronato assistenza,  informazioni od un supporto di consulenza su  materie che sono di competenza del Consolato. Informazioni sul come compilare documenti da presentare al Consolato, ad esempio certificazione dei codici fiscali, iscrizione all’Aire, atti di nascita, di matrimonio, divorzio. Un compito di assistenza consulenziale  che ci impegna al di là del nostro lavoro e per il quale chiediamo vi sia un riconoscimento ufficiale.
E durante l’incontro al Ministero degli Esteri - gli interventi sia del Direttore generale Vignali, sia del Sottosegretario con delega per gli italiani nel mondo Amendola, c'è stata un’apertura al  riconoscimento del ruolo del patronato in questo campo.

Un’iniziativa – prosegue l’esponente del Patronato ITAL UIL - che l’ITAL apprezza particolarmente, perché è quello che da anni chiediamo: ‘formalizzare con un protocollo d’Intesa, con una convenzione, quello che di fatto già avviene”. Le faccio un esempio:  prima di andare alla riunione al fine di avere un riscontro in merito ho fatto un giro di telefonate presso i nostri uffici di patronati all'estero e mi è stata evidenziata, in particolare, l’ottimizzazione dei tempi che l’attività degli uffici di patronato offre ai Consolati grazie all’attività propedeutica di sportello, di prima interfaccia. Sarà poi il Patronato ad interloquire con il consolato ottenendo così il valore aggiunto di un’ottimizzazione dei tempi. Tutto questo nell'interesse dei nostri concittadini all'estero nei confronti del quale noi spesso, quasi quotidianamente, svolgiamo anche un’azione di sostegno morale e di segretariato sociale. 

Personalmente – afferma il Direttore Generale Maria Candida Imburgia - ho ringraziato sia il Direttore generale che il Sottosegretario per questo incontro, in cui ci siamo parlati nella massima trasparenza, avendo potuto avere un riscontro delle intenzioni propositive per una  materializzazione di ciò che per anni è rimasto soltanto parole”.

Lei ritiene che il Tavolo tecnico di lavoro preannunciato nel corso dell’incontro debba vedere un allargamento anche all’INPS ?

“Come Ital siamo aperti a questa ipotesi poiché crediamo fermamente che sia necessario il dialogo con i nostri interlocutori: da una parte l'Inps -Ministero, dall’altra il Ministero degli Esteri.”

Probabilmente, un piu’ ampio dibattito servirebbe anche sul fronte degli indebiti, una delle questioni di maggior sofferenza per i nostri connazionali all’estero...

“ A livello Europa  gli indebiti sono maggiormente riscontrabili in tre paesi: Spagna, Francia e Germania. Anche su questi aspetti ci focalizzeremo il 9 e 10 Novembre con l'occasione della Consulta Nazionale dei legali Ital 2017. Consulta che viene indetta ogni anno e durante la quale affrontiamo determinate tematiche legali, invitando tutti i legali convenzionati con l'Ital che supportano gli uffici di patronato al fine di risolvere problematiche tecnico legali che quotidianamente il patronato affronta. E proprio in questa occasione affronteremo il problema degli indebiti. Indebiti in Italia ma anche indebiti all’estero. In questa occasione saranno presenti i responsabili ITAL dei tre paesi citati per affrontare questa tematica con legali che sono specializzati negli indebiti”.

Con l’esame dei red estero si diceva che il problema sarebbe stato superato entro qualche anno, in realtà…

“Diciamo che ancora abbiamo tanto lavoro da fare e per questo chiediamo il supporto dei legali specializzati. A volte è la burocrazia che impedisce di portare a termine l'iter tradizionale di una pratica e quindi riguardo all’ indebito talvolta non si riesce ad individuare dove si sia bloccato, dove si sia fermato l'iter. In buona sostanza, c'è un grande lavoro dietro perché è necessario analizzare il passato e tutto l'iter pensionistico della persona.  La troppa burocrazia è un pesante fardello da questo punto di vista. Talvolta non ci sono vere e proprie problematiche ma lo diventano per una burocrazia “un po' accanita”, direi.”. (27/10/2017-M.F.-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07