Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 18 dicembre 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ECONOMIA ITALIANA - ITALIA/GERMANIA - DA INDUSTRIA 4.0 A IMPRESA 4.0: APREA(ASSESS. LOMBARDIA) A BERLINO "NECESSARIE NUOVE FIGURE PROFESSIONALI PER RIUSCIRE NELLA TRANSIZIONE"

(2017-11-29)

  "Oltre a risorse economiche per fare investimenti, a normative efficienti, al rinnovamento tecnologico la rivoluzione dell'Industria 4.0 ha bisogno anche di competenze, know-how, skills. Per riuscire veramente nella transizione verso un modello industriale 4.0 le imprese devono dotarsi delle necessarie figure professionali, adottando nuove strategie, nuovi piani di formazione. E al contempo l'intero sistema di istruzione e formazione, dai livelli elementari fino al life-long learning, deve adeguarsi e ammodernarsi per riuscire a dare ai cittadini maggiori possibilita' di impiego, e garantire alle imprese personale preparato".  Lo ha detto l'assessore regionale all'Istruzione, Formazione e Lavoro Valentina Aprea nel suo intervento al forum italo-tedesco.

  "Un aspetto chiave dell'industria 4.0 - ha rimarcato l'assessore Aprea - e' quello dell'interconnessione tra filiere e sistemi. Gia' da tempo in Lombardia il tradizionale concetto di distretto produttivo si e' evoluto in quello di cluster, piu' ramificato e interconnesso, e piu' capace di creare sinergie tra livelli diversi, la formazione, la ricerca, la produzione, e tra settori produttivi diversi".

- "Oggi in Lombardia - ha detto ancora Aprea -  ne abbiamo individuati nove: Agrifood, Aerospazio, Chimica verde, Energia e Ambiente, Fabbrica intelligente, Mobilita', Scienze della vita, Tecnologie per le smart cities and communities, Tecnologie per gli ambienti di vita. Stiamo creando strumenti digitali per aumentare le sinergie tra questi ecosistemi, il resto del tessuto produttivo, le nostre 13 universita', i 18 ospedali di ricerca, i circa 500 centri di Ricerca&Sviluppo lombardi e i sei campus scientifici/tecnologici insediati sul territorio. Con il Politecnico di Milano, abbiamo creato e finanziato per 1,2 milioni di euro il primo Distretto per l'Innovazione 4.0: un polo che offre advisory tecnologica, diffonde awareness sull'industria 4.0, promuove le best practices per la sperimentazione delle nuove tecnologie in campo industriale".

"A questo si affiancano altri strumenti come il Digital innovation hub promosso da Confindustria Lombardia per diffondere le opportunita' della trasformazione digitale 4.0 - ha rimarcato Aprea -  la piattaforma Open innovation di Regione Lombardia per condividere tra enti e impresi la coo-progettazione, l'ecosistema E015 che consente di
connettere tra loro i sistemi informatici di attori pubblici e privati operanti in molteplici settori al fine di sviluppare
software integrati".

"L'attenzione al tema dell'industria 4.0 - ha proseguito l'assessore - e' valsa alla Lombardia, proprio quest'anno, un
importante risultato: quello di diventare dal 2018 in poi sede stabile del World manifacturing forum, il summit mondiale sulla manifattura del futuro".

  "Una menzione particolare va inoltre riservata alle start up innovative, che stanno assumendo sempre piu' importanza tra le 60 mila imprese che nascono ogni anno in Lombardia. "Abbiamo sul nostro territorio - ha chiosato Aprea - quasi un quarto di tutte le start up innovative italiane. Oltre ai numerosi centri di ricerca (tra i quali il Joint research center della Commissione europea di Ispra), alle universita' e ai campus scientifici, la Lombardia conta anche il maggior numero di acceleratori e incubatori di start up nel panorama italiano: decine di realta', tra le quali 12 con 'certificazione' nel registro nazionale". (29/11/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07