Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 18 giugno 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DONNE - 8 MARZO - DAL COMITATO DELLE REGIONI EUROPEE IL PRES. LAMBERTZ: "PARITA' E' UN PROBLEMA QUOTIDIANO

(2018-03-08)


Giornata internazionale della donna non è solo un momento per celebrare il prezioso contributo delle donne fanno nella società, ma anche un momento per ricordare che la parità di genere è un problema che deve essere la priorità non solo oggi, ma tutti i giorni. I diritti degli uomini e delle donne sono stati sanciti nei trattati dell'UE oltre 60 anni fa e senza dubbio si sono registrati progressi in tutta l'UE e nel mondo. Sia che si tratti di imprese, l'istruzione o la politica, passi significativi sono stati fatti per l'emancipazione delle donne, combattere la discriminazione e superare gli ostacoli che hanno frenato l'uguaglianza."  Lo ha dichiarato il presidente del Comitato europeo delle Regioni  che ha proseguito

"Eppure, in Europa, ancora oggi ci sono notevoli divari retributivi di genere e delle pensioni rendendo le donne più vulnerabili all'esclusione sociale. Le donne sono vittime della diffusa violenza di genere e molestie, pur rimanendo significativamente sottorappresentate nel processo decisionale politico a tutti i livelli di governo. In piedi per la parità di genere non è semplicemente una questione di imparzialità ed equità, ma di fondamentale importanza per la democrazia, la coesione della comunità, l'integrazione europea, il benessere e la prosperità economica. Sappiamo che abbiamo bisogno di fare di più.

Come Presidente della assemblea politica dell'UE di leader locali e regionali, credo profondamente nell'importanza di empowerment, la protezione e la parità di diritti per tutti gli europei.  Mentre il livello più vicino ai cittadini, i governi locali e regionali svolgono un ruolo di primo piano l'emancipazione delle donne, eppure si stima a livello globale solo il 5% dei sindaci e il 20% dei consiglieri locali sono donne. 

Invito pertanto gli Stati membri a mantenere il loro impegno ai trattati UE sulla parità di genere e garantire che la loro selezione di membri del Comitato delle regioni si basa non solo sulla bilancia regionale e politica, ma anche sulla parità di genere. 

L'Europa è stata costruita sui principi fondanti di equità e di giustizia. Oggi celebriamo la diversità dell'Europa che rifiuta la discriminazione in tutte le sue forme e crediamo che il progresso sociale, economico e politico potrà essere raggiunto solo responsabilizzando ogni cittadino. Dobbiamo sempre stare in piedi per un cambiamento positivo. Dobbiamo dare uomini e donne una voce uguale nel futuro dell'Europa. E 'giunto il momento, dopo tutto." (08/03/2018-ITL/ITNET

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07