Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 13 novembre 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

SINDACATI ITALIANI - OCCUPAZIONE - CGIL:"RILANCIARE PIANO STRAORDINARIO LAVORO". CISL:"TEMA DEL LAVORO CENTRALE PER I GIOVANI" . UIL " REALTA' MENO ROSEA DELLE STIME"

(2018-04-04)

  Ancora troppo poca l'occupazione: lo ha dichiarato oggi la segretaria confederale della CGIL Tania Sacchetti che invita a rilanciare il piano straordinario per il lavoro
“I positivi scostamenti nei dati Istat di febbraio, purtroppo, non alterano su base annua le gravi criticità che caratterizzano il mercato del lavoro italiano. È ancora troppo poca l’occupazione, e quella che c’è spesso è debole, precaria, povera”. Così la segretaria confederale della Cgil Tania Scacchetti commenta le rilevazioni diffuse questa mattina dall’Istat su occupati e disoccupati.

Per la dirigente sindacale “la disoccupazione giovanile, che a differenza di quanto sta accadendo in Europa è in crescita, e il calo degli occupati nella fascia centrale di età, sono le principali criticità che andrebbero subito aggredite con adeguate scelte politiche”. Gli interventi prioritari che, secondo Scacchetti, dovrebbero essere inseriti nella prossima agenda di governo sono: “un piano straordinario per l’occupazione e il rilancio degli investimenti pubblici e privati”. “Solo così - conclude - si può finalmente garantire un futuro al Paese e in particolare alle giovani generazioni”.

Da parte sua AnnaMaria Furlan sottolinea che "il dramma del Paese è la disoccupazione, tanti, troppi disoccupati soprattutto giovani uomini e giovani donne. Per dare futuro al Paese dobbiamo dare le condizioni di impiego e di lavoro per questi nostri giovani", ha commentato a margine di un’iniziativa del sindacato a Palermo. "Migliaia di ragazzi, ogni anno, dalle Regioni del Sud, dopo i sacrifici delle famiglie per farli studiare e laureare, - ha osservato - devono portare la loro intelligenza, la loro conoscenza, la loro voglia di crearsi un domani in altri Paesi. Il tema del lavoro per i giovani, in particolare, è centrale".

Per il Segretario generale della UIL, Carmelo Barbagallo I  dati diffusi oggi dall´Istat "registrano un andamento contraddittorio della nostra economia. La realtà si prospetta meno rosea delle stime per quel che riguarda il rapporto deficit-pil e la pressione fiscale mentre, sul fronte dell´occupazione, a una prima timida crescita dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato fa da contraltare negativo l´aumento della disoccupazione giovanile. E se il reddito delle famiglie sale è anche grazie ai rinnovi contrattuali voluti con determinazione dai lavoratori e dal Sindacato.

L´auspicio, dunque, è che si formi subito un Governo in grado di affrontare efficacemente le emergenze economiche, a partire dalle questioni connesse al lavoro. Servono investimenti pubblici e privati e serve una riduzione delle tasse a favore dei lavoratori e dei pensionati. Solo su queste solide fondamenta si può basare lo sviluppo del Paese e solo a quel punto potremo registrare dati non più altalenanti, ma strutturalmente in crescita."(04/04/2018-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07