Direttore responsabile Maria Ferrante − sabato 20 ottobre 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

IMMIGRAZIONE - ACCOGLIENZA - ALL'ATENEO DI "BINARIO VIVO" A BOLOGNA A CONCLUSIONE CORSO ALTA FORMAZIONE IN "PRATICHE SOCIALI E GIURIDICHE ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE MIGRANTI"

(2018-05-09)

Venerdì 11 maggio, alle 20.30, presso lo spazio Teatro dei Laboratori delle Arti (Piazzetta Pasolini 5/b, Bologna), appuntamento con "Binario Vivo", lo spettacolo teatrale organizzato a complemento del Corso di alta formazione “Pratiche sociali e giuridiche nell’accoglienza ed integrazione dei migranti”, promosso dal Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Bologna e diretto dalla Prof.ssa Francesca Curi. Un viaggio attraverso la storia vera del sudanese Abdul Rahman Haroun che nell'agosto 2015 ha attraversato a piedi l’Eurotunnel ferroviario della Manica per raggiungere l'Inghilterra.

Autore del testo di "Binario Vivo" (nuova produzione di TOP-Teatri Off Padova) è Ernesto Milanesi, giornalista e scrittore padovano. In scena gli attori di Top-Teatri Off, Gianni Bozza e Loris Contarini, qui anche voce narrante e regista; sonorità dal vivo a cura di Roberto Raccagni, il disegno luci è di Erica Taffara. Ad aver disegnato la locandina dello spettacolo è Mauro Biani, il noto illustratore che firma le vignette satiriche de “Il Manifesto”.

"Binario Vivo" racconta un incredibile fatto di cronaca avvenuto nell'agosto 2015: l'attraversata a piedi del sudanese Abdul Rahman Haroun lungo l’Eurotunnel ferroviario della Manica per raggiungere l'Inghilterra. Nessuno ci è mai riuscito prima, nessuno è uscito vivo, camminando dentro il tunnel al buio, a fianco dei treni che sfrecciano a elevata velocità e a pochi centimetri dai cavi dell'alta tensione. Quasi cinquanta chilometri, un passo dopo l’altro…: gesta che ricordano quelle di Filippide dopo la battaglia di Maratona, e la vicenda di Enea, primo profugo della nostra storia, due eroi tenaci dell’epopea classica evocati dallo spettacolo.

"Binario Vivo" consegna allo spettatore parole, suoni, immagini e soprattutto la narrazione epica di quelle giornate d’agosto in cui il mondo, in vacanza, è cambiato senza accorgersene. Restituendo sul palcoscenico il buco nero di una vita africana al confine dell’Europa, e insieme lo "scartamento ridotto" fra migrazione e alta velocità, umanità e leggi della corona, determinazione senza alternative e presunzioni tecnologiche, “trekking” della disperazione e libera circolazione di merci o persone.

L’evento rappresenta un ulteriore tassello per quella nuova e diversa narrazione delle migrazioni di cui c’è particolare bisogno. A complemento delle lezioni in aula e al percorso di tirocinio del Corso di alta formazione “Pratiche sociali e giuridiche nell’accoglienza ed integrazione dei migranti” dell'Alma Mater, lo spettacolo contribuisce a promuovere un più onesto dibattito sui temi e una cultura di accoglienza e di inclusione.(09/05/2018-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07