Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 18 ottobre 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

LAVORO - 107 CONFERENZA MONDIALE SUL LAVORO : COSTRUIRE L'AVVENIRE CON UN LAVORO DECENTE. DIRETT.GEN.RYDER HA MESSO IN GUARDIA SU CRESCENTI DIFFICOLTA' COOPERAZIONE MULTILATERALE

(2018-05-31)

Il direttore generale dell'Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) Guy Ryder ha messo in guardia contro "le rinnovate tensioni in tutto il mondo" in occasione della sessione della sessione di apertura 107 ° Conferenza internazionale del lavoro (ILC).

Ha esortato i delegati a dimostrare uno "spirito di tripartitismo, compromesso e consenso"..."prerequisito per il successo della Conferenza e dell'OIL".

Ryder ha parlato delle crescenti difficoltà per la cooperazione internazionale nel contesto del multilateralismo. Facendo riferimento a una "nuova brutalità" nel mondo, ha espresso una forte convinzione "La nostra organizzazione e la nostra conferenza deve essere un baluardo contro questo contagio"
In questo contesto, ha aggiunto, la discussione sulla Conferenza di dialogo sociale è tempestiva e sarà un'occasione per renderlo uno strumento efficace per affrontare le trasformazioni in corso nel mondo del lavoro.

Riguardo alla violenza e alle molestie sul lavoro, il Direttore generale ha invitato i delegati a "spianare la strada per garantire posti di lavoro completamente liberi dalla violenza e dalle molestie".

Sottolineando la necessità di lottare contro ogni forma di violenza e molestie sul posto di lavoro, comprese le molestie sessuali - che è stata portata alla luce dalla campagna Me Too - ha invitato i delegati a produrre risultati che fanno la vera differenza: "La nostra risposta a questa richiesta di una sempre maggiore insistenza sull'azione deve essere anche noi", ha detto.

Durante la Conferenza, una commissione composta da rappresentanti di lavoratori, datori di lavoro e governi terrà una prima discussione su possibili nuovi standard per combattere la violenza e le molestie sul lavoro.

Guardando al prossimo anno, Ryder ha annunciato che una relazione importante sarà pubblicata dalla Commissione mondiale sul futuro del lavoro all'inizio dell'anno, aggiungendo: "Il futuro del lavoro riguarda anche futuro dell'ILO.

Ryder ha affermato  "L'iniziativa sulle donne nei luoghi di lavoro: da un nuovo impulso per l'uguaglianza" che sostiene misure innovative per colmare il divario di genere. La relazione annuale su "La situazione dei lavoratori nei territori arabi occupati" non produce alcun risultato positivo, ma sottolinea la probabilità che l'azione dell'OIL migliorerà la situazione dei lavoratori locali.

L'ILC discuterà la cooperazione per lo sviluppo dell'ILO nel contesto della riforma delle Nazioni Unite. Il Comitato della Conferenza sull'applicazione degli standard discuterà la situazione dei diritti dei lavoratori in tutto il mondo e discuterà l'Indagine generale sugli strumenti dell'orario di lavoro che riflette l'esperienza degli Stati membri.

Il 1 ° giugno, Juan Manuel Santos, presidente della Colombia e vincitore del premio Nobel per la pace, affronterà la conferenza.

Il 7 giugno prossimo un vertice ad alto livello sul mondo del lavoro si concentrerà sul ruolo dell' occupazione e lavoro dignitoso per garantire la pace e la stabilità nei paesi che escono da crisi, conflitti o calamità. Il primo ministro iracheno, Haider al-Abadi, e i Presidenti della Repubblica Centrafricana Faustin-Archange Touadéra, e l'Irlanda, Michael D. Higgins, affronteranno anche i temi la conferenza durante il vertice.

Il  primo giorno della conferenza ha visto Samir Murad, Ministro del Lavoro di Giordania, eletto alla Presidenza della Conferenza per la durata del suo lavoro, dal 28 maggio all'8 giugno.

La Conferenza ha eletto come Vice-Presidenti Jean-Jacques Elmiger Svizzera (governi), Khalifa Khamis Mattar UAE (datori di lavoro) e Akiko Gono Giappone (Lavoratori).

La Conferenza internazionale del lavoro definisce la politica generale dell'Organizzazione internazionale del lavoro e si riunisce una volta all'anno a Ginevra, in Svizzera. Questa sorta di "Parlamento mondiale del lavoro" riunisce oltre 5.000 delegati governativi, lavoratori e datori di lavoro di tutti i 187 stati membri dell'OIL.(31/05/2018-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07