Direttore responsabile Maria Ferrante − domenica 9 dicembre 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

PENSIONATI ITALIANI NEL MONDO - CORTE EUROPEA RIGETTA RICORSO OLTRE 19.000 PENSIONATI ITALIANI CONTRO DECRETO POLETTI PEREQUAZIONE PENSIONI 2012

(2018-07-19)

  "Inammissibile" il ricorso presentato dall'avvocato Pietro Frisani, a nome di 10.059 pensionati italiani alla Corte Europea dei diritti umani contro il decreto Poletti sulla perequazione delle pensioni del 2012.

I giudici della Corte di Strasburgo hanno affermato, tra l'altro,  che le misure prese dal governo e dal legislatore non violano i diritti dei pensionati. 

Il ricorso insisteva sul fatto che il provvedimento, adottato in seguito alla bocciatura da parte della Corte Costituzionale di quanto previsto dal decreto 'salva-Italia' del 2011, -avrebbe "prodotto un'ingerenza immediata sulle loro pensioni per il 2012 e 2013 e permanente per effetto del blocco sulle rivalutazioni successive".

A ciò si aggiungeva che  la misura "non ha perseguito l'interesse generale, è sproporzionata" e avrebbe violato il loro diritto alla proprietà. 
A tali affermazioni, la Corte ha risposto che "la riforma del meccanismo di perequazione delle pensioni è stata introdotta per proteggere l'interesse generale. E che la misura è stata applicata per  "proteggere il livello minimo di prestazioni sociali e garantire allo stesso tempo la tenuta del sistema sociale per le generazioni future", e questo in un periodo "in cui la situazione economica italiana era particolarmente difficile"

Inoltre, secondo la pronuncia della Corte "gli effetti della riforma del meccanismo di perequazione sulle pensioni dei ricorrenti non sono a un livello tale da esporli a difficoltà di sussistenza incompatibili con quanto prescritto dalla convenzione europea dei diritti umani". (19/07/2018-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07