Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 15 novembre 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

FINANZA - EUROPA - CONSIGLIO EUROPEO APPROVA SUA PROPOSTA BILANCIO 2019: 164,1 MILIARDI STANZIAMENTI (INCREMENTO 2,9% PER HORIZON ERASMUS, INFRASTRUTTURE E LIFE). FONDI SUPPLEMENTARI FLUSSI MIGRATORI

(2018-09-04)

Il data odierna il Consiglio ha adottato la sua posizione sul bilancio 2019 dell'UE, confermando l'accordo raggiunto dagli ambasciatori dell'UE nel mese di luglio.

La posizione del Consiglio ammonta a un totale di € 164,1 miliardi in impegni e € 148,2 miliardi in pagamenti. Questo rappresenta un aumento del 2,9% in impegni e pagamenti in 2: 34%, rispetto al 2018, rispettivamente.

"Questa è una posizione ben bilanciata con un forte sostegno da parte degli Stati membri. Il Consiglio sta cercando di destinare risorse adeguate a sostegno delle priorità dell'UE e programmi di punta. Sono previsti fondi supplementari in diversi settori, tra cui la gestione dei flussi migratori. Alla nello stesso tempo, i contribuenti dell'UE devono ottenere un buon valore per i loro soldi. di conseguenza gli Stati membri hanno avuto uno sguardo attento al progetto di bilancio della Commissione per vedere dove adeguamenti potrebbero essere appropriatI ".

Hartwig Löger, ministro federale austriaco delle finanze ha dichiarato:  "Il Consiglio ha adottato oggi la sua posizione sul bilancio dell'UE 2019, confermando l'accordo raggiunto dagli ambasciatori dell'UE in luglio.

La posizione del Consiglio ammonta a un totale di 164,1 miliardi di euro in impegni e 148,2 miliardi di euro in Pagamenti. Si tratta di un aumento del 2,09% in impegni e del 2,34% in pagamenti rispetto al 2018.

Questa  - afferma una nota del Consiglio - è una posizione ben equilibrata con un forte sostegno da parte degli stati membri. Il Consiglio sta cercando di stanziare risorse adeguate a sostegno delle priorità dell'UE e dei programmi faro. Ulteriori fondi sono previsti in diverse aree, anche per la gestione dei flussi migratori. Allo stesso tempo, i contribuenti europei devono ottenere un buon valore per i loro soldi. Gli Stati membri hanno pertanto esaminato attentamente il progetto di bilancio della Commissione per vedere se gli adeguamenti potrebbero essere appropriati.

Hartwig Löger, ministro federale austriaco delle finanze ha dichiarato: Le aree che beneficiano di un maggiore sostegno comprendono ricerca e innovazione (Orizzonte 2020, + 5,79%), scambi di giovani (programma Erasmus +, + 10,37%), investimenti nelle infrastrutture (Meccanismo per collegare l'Europa, + 26,46%) e azioni per l'ambiente e il clima (programma LIFE , + 5,20%). Sono inoltre previsti ulteriori fondi nel settore della migrazione. Ciò include un forte impulso al Fondo Asilo, migrazione e integrazione, che riceverà 1,1 miliardi di euro per la gestione delle migrazioni (+ 55,80%), nonché finanziamenti aggiuntivi per la rotta del Mediterraneo centrale e lo strumento per i rifugiati in Turchia.

Rispetto al progetto di bilancio 2019 presentato dalla Commissione, gli impegni totali sono stati ridotti di 1,6 miliardi di EUR e i pagamenti di 0,5 miliardi di EUR. I tagli sono stati proposti sulla base di un'analisi tecnica e riguardano le linee di bilancio in cui il Consiglio ritiene che la Commissione abbia sovrastimato i bisogni effettivi. Le spese amministrative sono tra i settori in cui sono state effettuate riduzioni relativamente significative.

Il Ministro Löger presenterà la posizione del Consiglio sul bilancio dell'UE 2019 al Parlamento europeo nella plenaria di settembre. Si prevede che il PE adotti i suoi emendamenti alla posizione del Consiglio il 24 ottobre.

Ciò attiverà un periodo di conciliazione di tre settimane, che inizierà il 30 ottobre e terminerà il 19 novembre. L'obiettivo di questo processo di conciliazione è raggiungere un accordo tra il Consiglio e il Parlamento europeo sul bilancio dell'UE 2019.(04/09/2018-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07