Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 13 novembre 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI ALL'ESTERO - CITTADINANZA /IUS SANGUINIS - FILIPPELLA (MAIE): LA VITTORIA DEL SEN. MERLO E DI TUTTI GLI ITALIANI E' STORICA. CITTADINANZA DIRITTO IMPRESCINDIBILE"

(2018-09-11)

  “La vittoria del Sen. Ricardo Merlo, sottosegretario agli Esteri, sullo ius sanguinis, è una vittoria storica, di tutti gli Italiani e non solo di chi vive all’estero”. Lo dichiara in una nota Christian Filippella, coordinatore MAIE Los Angeles, che prosegue: “Chi è partito anni orsono, anche se non è più tornato, è comunque da considerarsi una risorsa, un patrimonio umano e culturale, un valore aggiunto per la nostra identità. Questo è il riconoscimento dei diritti di tutti coloro nelle cui vene scorre vero sangue italiano”.

“Chi vanta origini italiane – prosegue l’esponente del MAIE - vede oggi ristabilito il proprio diritto imprescindibile a richiedere la cittadinanza. I nostri emigrati sono stati spesso costretti a lasciare il proprio paese per assicurare a se stessi e ai loro figli un futuro migliore, un futuro che potesse realizzare speranze e sogni. Non si può negare un diritto sacrosanto e fondamentale acquisito alla nascita a coloro che hanno dietro di sè un passato di sacrifici e di sudore, di sofferenza e di rinunce, il passato delle loro famiglie, di cui vanno orgogliosi”.

“Gli italiani all’estero e i loro discendenti – conclude Filippella - sono un patrimonio da tutelare e valorizzare, una forza trainante, una comunità con una visione più ampia e un maggiore intendimento dei problemi attuali, un punto di riferimento anche per chi non è mai partito. Non riconoscere questi diritti vorrebbe dire negare i valori stessi su cui la nostra patria è stata fondata”. (11/09/2018-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07