Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 14 dicembre 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

LAVORO - IMPEGNO AL G20 MINISTRI DEL LAVORO: GARANTIRE APPRENDIMENTO PERMANENTE, RAFFORZARE PROTEZIONE SOCIALE, GARANZIA ACCESSO OPPORTUNITA' COERENZA POLITICHE SOCIALI ED ECONOMICHE.

(2018-09-21)

  l mondo del lavoro sta attraversando un processo di grandi cambiamenti. Che si tratti di dati demografici, tecnologie, cambiamenti climatici o cambiamenti nella natura della produzione e dell'occupazione, ci sono conunque molte forze al lavoro. Per comprendere e rispondere efficacemente a queste nuove sfide, l'ILO ha lanciato una "Iniziativa sul futuro del lavoro".

L 'istituzione nell'agosto 2017 della Commissione mondiale sul futuro del lavoro ha segnat, d'altra parte,  l'inizio della seconda fase dell'iniziativa del Centenario dell'OIL sul futuro del lavoro. I sei gruppi tematici che la compongono si concentrano sulle questioni chiave per garantire sicurezza, uguaglianza e prosperità.

Il Direttore Generale dell'ILO, Guy Ryder, nel partecipare alla sessione preparatoria del G20 in Argentina ha accolto, dunque,  con favore l'impegno del G20 nel promuovere un lavoro dignitoso per tutti.
I rapidi cambiamenti nel mondo del lavoro, così come la necessità di riorganizzare l'apprendimento permanente, rafforzare la protezione sociale e non lasciare indietro nessuno, sono stati al centro delle discussioni in occasione della riunione ministeriale. del G20 del lavoro in Argentina. I ministri dell'istruzione si sono uniti a loro per la prima volta.

"Accolgo con particolare favore l'attenzione sugli sforzi per dare forma a un futuro del lavoro  equo e inclusivo che non lasci dietro nessuno. Sono inoltre lieto di vedere questo deciso impegno sulle politiche sociali e occupazionali innovative, comprese quelle che aiutano a colmare le carenze di competenze e ad avvicinarsi all'uguaglianza di genere in un mondo del lavoro in rapida evoluzione ". ha affermato  Ryder al termine dei lavori  in Argentina  .

Nella loro dichiarazione conclusiva,volendo incentivare le opportunità per un futuro di lavoro inclusivo, equo e sostenibile  , i ministri hanno riaffermato il loro impegno a promuovere politiche di qualificazione innovative, rafforzando la protezione sociale e formalizzando  i mercati del lavoro per renderli più equi e inclusivi.

I ministri hanno adottato la " Strategia del G20 per sradicare il lavoro minorile, il lavoro forzato, la tratta di esseri umani e la schiavitù moderna nel mondo del lavoro ", impegnandosi a promuovere la partecipazione delle persone con disabilità al mercato del lavoro e  riconoscendo che le donne dovrebbero poter partecipare equamente all'economia digitale.

"Questi problemi richiedono soluzioni globali - ha detto Ryde. " Il multilateralismo rimane una forza potente, ideale per risolvere molti dei problemi più urgenti del mondo. Inoltre, i forum multilaterali come il G20 devono dare la priorità alle loro risposte alle ingiustizie e non  essere limitati alle sole politiche di crescita economica. Insieme, possiamo e dobbiamo creare un nuovo consenso internazionale per la crescita e lo sviluppo, contro la povertà e la disoccupazione ", ha affermato Ryder.

La Dichiarazione invita i membri del G20 a garantire che tutti beneficino delle opportunità aperte dal futuro del lavoro. Riconosce anche il ruolo fondamentale che svolge la protezione sociale nel raggiungere questo obiettivo e ricorda la necessità di mettere le persone e lavorare in prima linea nelle strategie nazionali per una crescita sostenibile.

Inoltre, la dichiarazione sottolinea l'importanza di promuovere la coerenza delle politiche sociali ed economiche al fine di garantire un futuro di lavoro equo, inclusivo e sostenibile. Anche il lavoro dignitoso, l'inclusione, l'uguaglianza di genere e la protezione dei principi e dei diritti fondamentali sul lavoro sono essenziali.
Pertanto un' efficace dialogo sociale tra i governi e le parti sociali è considerato essenziale per raggiungere questi obiettivi.
(21/09/2018-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07