Direttore responsabile Maria Ferrante − domenica 9 dicembre 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ECONOMIA ITALIANA - EUROPA - RIUNIONE INFORMALE MIN. COMMERCIO UE: RISPOSTA GLOBALIZZAZIONE NON SONO MISURE PROTEZIONISTICHE MA COMPETITIVITA' E INNOVAZIONE RAFFORZATE DA MERCATI APERTI"

(2018-10-05)

  I ministri del commercio dei 28 Stati membri dell'UE si sono incontrati a Innsbruck oggi  venerdì 5 ottobre 2018 in una riunione informale per discutere sfide, opportunità e percezione pubblica della politica commerciale dell'UE . Le priorità dell'evento sono "Trade. Lavoro. Futuro ". Al centro lo scambio di opinioni sulla modernizzazione dell'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) e la questione su come portare avanti un'agenda positiva nelle relazioni commerciali UE-USA.

    "In futuro, la nostra missione sarà più che mai di mostrare ai cittadini che la risposta alla globalizzazione non può essere offerta da misure protezionistiche e che la competitività e la forza dell'innovazione possono essere rafforzate solo attraverso mercati aperti." ha affermato Margarete Schramböck, ministro del commercio austriaco, che ha pressieduto l'incontro.

    "Gli accordi commerciali dell'UE offrono l'opportunità di affrontare la globalizzazione sulla base dei valori europei. Ciò è stato ottenuto con gli accordi commerciali dell'UE, ad esempio con gli accordi recentemente firmati tra l'UE e il Canada, l'UE e il Giappone. L'obiettivo dovrebbe essere quello di sostenere i nostri operatori economici affinché traggano il massimo beneficio da questi accordi ", ha affermato Schramböck.

Dalla riflessione dei Ministri è, d'altra parte, scaturito come la "Prosperità sia il motore del commercio"

Sulla base dei lavori delle precedenti presidenze del Consiglio dell'Estonia e della Bulgaria, la Presidenza austriaca sostiene la strategia dell'UE di continuare ad evolvere il sistema commerciale globale introducendo nuove regole concrete che tengano conto dei recenti sviluppi nel nostro mondo globalizzato e per combattere le pratiche commerciali sleali.
Ciò può essere ottenuto attraverso la modernizzazione dell'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) e degli accordi commerciali dell'UE con partner che condividono valori comuni. In questo contesto, sono recentemente iniziati i negoziati per gli accordi di libero scambio con Australia e Nuova Zelanda.

Inoltre, l'UE e gli USA hanno concordato alla fine di giugno di avviare discussioni sulla rimozione delle tariffe per i beni industriali, sugli ostacoli non tariffari degli scambi e sui sussidi e per avviare un dialogo sulle norme. Poiché gli Stati Uniti sono la seconda destinazione per le esportazioni, l'Austria sostiene questa iniziativa con misure concrete durante la presidenza austriaca del Consiglio dell'UE

Le discussioni e i risultati della riunione informale dei ministri del commercio saranno utilizzati per preparare la riunione ufficiale del Consiglio Affari esteri (CAE) de prossimo 9 novembre 2018.

Un passo importante sarà la firma dell'accordo di libero scambio nonché l'accordo di protezione degli investimenti UE-Singapore previsto per il 12 ° vertice del dialogo Europa-Asia (UE-ASEM) del 18 e 19 ottobre 2018 a Bruxelles.
L'accordo di partenariato economico UE-Giappone è attualmente in discussione al Parlamento europeo. L'Austria spera nella sua ratifica entro la fine del 2018 e l'entrata in vigore il prima possibile.(05/10/2018-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07