Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 10 dicembre 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

CULTURA ITALIANA NEL MONDO - GIORNATA DEL CONTEMPORANEO -ITALIAN CONTEMPORARY ART: PRESENTATA ALLA FARNESINA

(2018-10-10)

  E' stata presentata alla Farnesina l'edizione 2018 della  “Giornata del Contemporaneo - Italian Contemporary Art”, appuntamento annuale per la celebrazione e la diffusione dell’arte contemporanea, giunta alla sua XIV edizione.

Per la prima volta quest’anno la Giornata del Contemporaneo viene promossa anche attraverso la rete del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale all’estero divenendo la I Rassegna internazionale “Giornata del Contemporaneo – Italian Contemporary Art”:  circa 80 tra Ambasciate, Consolati e Istituti Italiani di Cultura hanno aderito all’iniziativa organizzando, per il periodo 8-13 ottobre, oltre 80 eventi, dibattiti, presentazioni, mostre incentrate sul tema della cultura artistica contemporanea, cercando di porre in evidenza non solo artisti e opere, ma produttori, curatori, allestitori, direttori di musei, critici, riviste e libri d’arte.

L’evento  è stato introdotto da Vincenzo De Luca, Direttore Generale per la Promozione del Sistema Paese della Farnesina, cui sono seguiti glli interventi di Federica Galloni (MIBAC), Gianfranco Maraniello, Presidente AMACI, Marcello Maloberti, autore dell’immagine guida della GdC 2018 e Alessandro Masi, Segretario Generale della società Dante Alighieri.

L'iniziativa, giunta in Italia alla XIV edizione, mira a promuovere la multiforme realtà dell’arte contemporanea in Italia, coinvolgendo la rete dei musei associati AMACI e un migliaio di istituzioni culturali, comprese quelle insediate nei piccoli centri urbani, assumendo il ruolo di catalizzatori verso alcune pregevoli, anche se meno note e nascoste, realtà culturali .

Anche quest’anno la Galleria Internazionale d'Arte Moderna di Ca’ Pesaro, sede della prima collezione municipale italiana d’arte moderna, apre le sue porte per offrire la straordinaria opportunità di una visita gratuita tra i grandi protagonisti della storia dell’arte tra Otto e Novecento, che dialogheranno eccezionalmente con una piccola ma preziosa opera dell’artista Marcello Maloberti.

A fianco dei capolavori di Giorgio de Chirico esposti nella collezione permanente di Ca’ Pesaro, dal 13 ottobre 2018 al 6 gennaio 2019 sarà infatti presentata Ninna Nanna  (2012), di Maloberti, stampa fotografica che testimonia la performance tenuta dall’autore nella casa romana appartenuta a de Chirico.

Marcello Maloberti, nato a Codogno (Lodi), ricerca attraverso i linguaggi della fotografia, del video, della scultura e del disegno, la raffigurazione della dualità tra arte e vita. Realizza performance caratterizzate da forti elementi sonori e visivi, in spazi pubblici e privati, connotate da una decisa componente teatrale e un’attiva pubblica interazione.

A Maloberti AMACI ha affidato, in linea con quanto fatto nelle passate edizioni, la realizzazione dell’immagine guida della manifestazione: una "Medusa":  un ragazzo africano, a torso nudo ma con il volto celato da un casco ricoperto di conchiglie. Il giovane, in realtà, impersona una figura mitologica, una divinità riemersa dalle profondità marine, dove viveva o dove probabilmente è naufragato.

E per la prima volta un artista è anche protagonista di una mostra personale diffusa su tutto il territorio nazionale in tutti i musei AMACI, che ospiteranno simultaneamente e per un giorno una selezione di opere dell’artista, offrendo al grande pubblico la possibilità di conoscere e approfondire la sua produzione performativa.

n occasione dell’iniziativa il pubblico di Ca’ Pesaro potrà inoltre visitare gratuitamente anche la mostra 'Epoca Fiorucci'  (aperta fino al 6 gennaio 2019), un avvincente dialogo tra moda e cultura, dedicato alla multiforme creatività di Elio Fiorucci, il celebre visionario milanese scomparso nel 2015, da molti definito il “paladino della moda democratica”.

Inoltre, dal 13 ottobre al 14 novembre, in collaborazione con la Galleria Alberta Pane di Parigi/ Venezia, Ca’ Pesaro ospiterà i video che documentano le performances Gradiva, curata da Léa Bismuth e Placenta curata da Andrés Marce Maldonado del 2017 e Arachne del 2018, curata da Mylène Ferrand, tenute a Pompei e in Salento da Romina De Novellis, artista italiana di arte performativa.

De Novellis si descrive come esponente del “linguaggio più ibrido dell’arte”, la sua indagine si incentra sul corpo visto come oggetto di lavoro e come soggetto di ricerca. Le sue performances sono caratterizzate da una lunga durata e dalla ripetizione di gesti per dare enfasi all’elemento temporale e ai dettagli della vita.

L’esposizione dei video di De Novellis introduce e anticipa la nuovissima performance che l’artista ha pensato per Ca’ Pesaro, intitolata Felicit-à, che si terrà nel cortile del Museo sabato 27 ottobre dalle 12 alle 18.
Tratto dalla straordinaria esperienza biografica della Duchessa Felicita Bevilacqua La Masa, nume tutelare del Palazzo Pesaro da lei lasciato in eredità al Comune di Venezia nel 1898, il percorso di De Novellis si lega a doppio filo con la nascita e la storia del museo, visto attraverso gli occhi di una donna-simbolo del mecenatismo e della vivacità culturale italiana di fine Ottocento.

Romina De Novellis (Napoli, 1982) vive attualmente a Parigi dal 2008. Dopo alcuni anni dedicati alla danza e al teatro, arriva al genere della performance, decidendo di concentrarsi sul linguaggio della gestualità umana. Nel 1999 completa il suo corso di studi alla Royal Academy of Dance di Londra, continuando la sua formazione al DAMS di Roma, e diventando assistente del direttore artistico del Teatro dell’Opera di Roma, Luigi Squarzina. A Parigi studia antropologia presso l’EHESS e artisticamente viene rappresentata dalla Galleria Alberta Pane, mentre a Napoli dalla Galleria Dafna.(10/10/2018-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07