Direttore responsabile Maria Ferrante − mercoledì 19 dicembre 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

PATRONATI ITALIANI ALL'ESTERO - POST BREXIT - MALPASSI( INCA CGIL UK /ITACA) : AFFOLLATO INCONTRO ITALIANI CON AVVOCATI BRITANNICI SU SETTLED STATUS E PROSSIMI DIRITTI PROMOSSO DA INCA UK E ITACA A LONDRA

(2018-11-29)

  " Un incontro decisamente molto affollato oggi pomeriggio alla sede londinese del Patronato INCA UK e dell'Associazione transnazionale ITACA in occasione dell'appuntamento sui diritti degli italiani nell'era post Brexit."  E' il commento del Presidente dell'Associazione Itaca, Andrea Malpassi, che sottolinea come l'iniziativa sia stata organizzata in collaborazione con la rappresentanza della Commissione Europea nel Regno Unito e la Law Centres Network Federation.

Una partecipazione prevista, giacchè  alla vigilia erano andati esauriti tutti posti agibili all'interno della sede londinese del Patronato ed è stato necessario predisporre l'accoglienza anche nel piccolo giardino che fa da contorno all'immobile, ma che ha, in qualche modo, superato le previsioni e che testimonia come il disagio sia importante da parte della comunità italiana.

AL centro dell'incontro, dunque , non solo gli aspetti piu' tecnici del “Settled status", ovvero il nuovo sistema di registrazione della residenza, illustrato dall'avvocato  Kamla Adiseshiah , e supportato da un interprete, che ha fornito la visione d’insieme sui diritti dei cittadini europei dopo la Brexit e l’introduzione all'iter procedurale del Settled Status.

" L'iniziativa - in questa fase ancora piuttosto "nebulosa" - ha  riguardato un argomento di strettissima attualità e che va incontro alle necessità ed ai servizi richiesti da diverse fasce di età, da coloro, piu' anziani, che hanno scelto di vivere nel Regno Unito ma non hanno mai pensato di rendere definitiva la propria permanenza in UK, ritenendosi - ad ogni buon conto - cittadini europei. E molti altri  piu' giovani, spesso neo arrivati e non iscritti all'AIRE, ma con un'occupazione spesso a tempo indeterminato, la cui prospettiva potrebbe rivelarsi del tutto instabile sul fronte dei diritti previsti nel dopo Brexit.  Anche se  "per avere conferme sulla loro sorte - ha puntualizzato il Presidente del Patronato INCA UK,  si dovrà attendere il risultato del voto del Parlamento britannico alla fine di dicembre".  Malpassi rammenta, infatti, come vi siano ancora  alcune alternative sul tavolo:  la "bocciatura"  dell'accordo, alla luce del dichiarato scontento di non pochi parlamentari, che potrebbe voler dire  un "definitivo non accordo" oppure  andare ad un nuovo referendum, stante l'incremento dei favorevoli. Ipotesi sulle quali il Presidente dell'Associazione Transnazionale ITACA si era soffermato nei giorni scorsi nel corso di un' intervista rilasciata ad Italiannetwork/Italialavorotv.(vedi : http://www.italiannetwork.it/video.aspx?id=2650  . dal titolo : PATRONATI ITALIANI NEL MONDO - BREXIT - "NE VALEVA LA PENA ? SE LO CHIEDONO TUTTI  NEL REGNO UNITO ! )

Nel contempo, il Premier Theresa  May  presenterà con anticipo, rispetto alle sue stesse previsioni, un libro bianco sull'immigrazione, attraverso il quale tenterà di influenzare - sottolinea Andrea Malpassi - l'opinione pubblica e la classe politica - soprattutto quella maggiormente indecisa -  circa il  raggiungimento di alcuni degli obiettivi della Brexit,  grazie all'accordo accolto dalla UE, come il controllo delle frontiere e  dell'immigrazione, con quanto ad essa legato (vedi, ad esempio, le opportunita' dei benefit), oltre a non essere più soggetti alle decisioni della Corte di giustizia dell’Unione Europea.

Quanto agli episodi di intolleranza e/o razzismo segnalati a piu' riprese, il Presidente del Patronato ITAL UK fa presente che il fenomeno si presenta soprattutto nelle piccole aree urbane e nelle periferie, dove esiste maggior disagio ed un consolidato razzismo nei confronti di tutti gli immigrat, oppure nelle aree industriali che hanno risentito degli effetti della crisi con evidenti ripercussioni sull'occupazione dove è alto il livello di intolleranza" conclude Andrea Malpassi.

Gli intervenuti all'iniziativa ha, comunque, potuto segnalare alla fine dell'incontro particolari criticità e porre ulteriori domande per chiarire dubbi.(29/11/2018-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07