Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 25 marzo 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

CULTURA ITALIANA NEL MONDO - WEKEEND ITALIA - OPERE DI MARGHERITA SARFATTI AL MART DI ROVERETO ED A MILANO- L'APPREZZAMENTO DEL CRITICO VITTORIO SGARBI

(2019-01-10)

  “Il Mart è il museo del mondo” a dirlo è Vittorio Sgarbi, il critico ha visitato oggi al Mart di Rovereto accompagnato dal Presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti.

Accolti dal direttore del Mart, Gianfranco Maraniello, e dalla curatrice Daniela Ferrari, Fugatti e Sgarbi hanno visitato il Museo soffermandosi in particolare sulla grande mostra dedicata a Margherita Sarfatti e sulla donazione dell’artista Paolo Vallorz, a cui Sgarbi ha negli anni dedicato particolare attenzione.
All’interno della mostra Margherita Sarfatti il professor Sgarbi ha lodato il pluriennale lavoro di ricerca svolto dal Museo di Rovereto che, a partire dal Fondo Sarfatti acquistato anni fa, ha portato alla realizzazione di una delle mostre più importanti del 2018: “Si tratta di una mostra che non solo è bellissima ma anche importantissima perché fa luce su un periodo storico fondamentale. Certamente questo risultato è stato possibile grazie al lavoro dell’ottima curatrice che ha scelto e portato a Rovereto alcuni capolavori assoluti. Trovo illuminanti, come sempre, le stupende sculture di Wildt”. Sulla figura di Sarfatti e sulla sua riscoperta in questi anni, dopo un periodo di damnatio memoriae, Sgarbi ha dichiarato: “Margherita Sarfatti è stata l’intellettuale organico del fascismo, come Gramsci lo è stato per la Sinistra, e questo va riconosciuto. Ha inventato artisti straordinari che hanno indicato una nuova idea dell’Italia che rinasce grazie all’arte e alla cultura dopo le avanguardie internazionaliste e la prima guerra mondiale. Questa è la vera arte del Novecento Italiano, senza Margherita Sarfatti non ci sarebbe.”

Giornalista, critica e promotrice dell’arte italiana tra le due guerre, Margherita Sarfatti (1880 - 1961) brilla nel panorama internazionale del primo Novecento per cultura, talento e ambizione. La nascita in una facoltosa famiglia israelita, l’istruzione con illustri precettori e la spiccata personalità delineano la figura di una donna colta e appassionata, ma anche complessa e controversa. Amica di intellettuali e artisti, socialista e poi sostenitrice del regime fascista, lega il suo nome al gruppo di Novecento Italiano, che segue nella prima formazione e promuove con tenacia dal 1924 superando i confini nazionali. Sono gli anni del ritorno all’ordine e del recupero della tradizione artistica, che Sarfatti interpreta coniando la celebre definizione di “moderna classicità”.

Dagli esordi giovanili alle vicende del secondo dopoguerra, l’esposizione del Mart fa luce sull’ambizioso programma di espansione culturale di Sarfatti, con particolare attenzione alle mostre organizzate in Francia, Germania, Olanda, Ungheria, Svizzera, Scandinavia, Argentina e Uruguay. Il racconto è scandito dai principali episodi che hanno segnato la vita di Sarfatti: i primi contatti con la vivace scena artistica milanese, l’affermazione come scrittrice e critica, la relazione con Benito Mussolini e il ruolo assunto nella propaganda dell’ideologia fascista, la rottura con i centri del potere, la fuga all’estero a seguito delle leggi razziali e il rientro in Italia dopo la guerra. A documentarne le circostanze sono i materiali del prezioso Fondo Sarfatti, giunto a Rovereto nel 2009 e conservato nell'Archivio del '900 del Mart.
Organizzata in sei sezioni tematiche, la mostra presenta cento capolavori di trenta grandi maestri come Boccioni, Bucci, Carrà, Casorati, de Chirico, Dudreville, Funi, Malerba, Marussig, Morandi, Oppi, Rosso, Severini, Sironi, Wildt.

L’esposizione a Rovereto è frutto di un progetto unitario tra Mart e Museo del Novecento di Milano, con un unico catalogo edito da Electa. Le due mostre, autonome e complementari, permettono di analizzare la complessa personalità di Sarfatti, con un affondo sull’arte degli anni Venti a Milano e una prospettiva sul ruolo di Margherita ambasciatrice dell’arte Italiana nel mondo.

Per saperne di più: leggi: http://www.italiannetwork.it/news.aspx?id=54207 . (10/01/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07