Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 20 agosto 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI E ITALIANI ALL'ESTERO - EDITORIA - SOTTOSEGR.CRIMI ANNUNCIA: "STATI GENERALI INFORMAZIONE" - MORCELLINI (PRES.AGCOM) PRESENTA RICERCA INFORMAZIONE LOCALE

(2019-02-11)

  L'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha presentato oggi, nella sede dell'ANCI a Roma,  la prima “Indagine Conoscitiva sull’Informazione Locale”. Iniziativa diretta da Marco Delmastro,  Direttore del “Ses” – Servizio Economico-Statistico dell’Agcom,

Preceduta dall'intervento del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per l'Editoria, Vito Crimi, che ha ribadito alcuni concetti-chiave fortemente improntati sullo sviluppo dei nuovi media e decisamente critico nei confronti dell'editoria tradizionale, alla quale sono andati " quasi 4 miliardi di euro" . Per cui - ha detto Crimi "ora gli editori devono fare la loro parte, per superare il momento di crisi…".  E questo per il Sottosegretario vuol dire "ragionare se ha più senso indirizzare questo sostegno all’editore, che è a capo della filiera, oppure a tutta la filiera… "  Motivo per cui - ha annunciato - si terranno gli “Stati Generali dell’Informazione” , probabilmente ai primi del mese di marzo, per i quali  "coinvolgeremo tutta la filiera, anche cittadini-fruitori", perchè "il diritto dell’informazione parte innanzitutto dal diritto a essere informati correttamente…”.

Compatto il fronte degli esponenti del settore presenti all'iniziativa nel contrasto all'idea di un abbandono dell'intervento pubblico, senza il quale risentirebbe di una forte criticità nelle sue diverse declinazioni: dall'ordine dei giornalisti (Paola Spadari (Lazio), alla rappresentanza degli editori  Carotti (FIEG), alla RAI (TGR FVG), al Presidente Confindustria Radio Televisioni Francesco Siddi, al Coordinatore Corecom Lucci, al Commissario AGCOM Mario Morcellini. Quest'ultimo, in particolare, ha affermato - senza se e senza ma - che " la riduzione dell’intervento pubblico a sostegno dell’editoria metterebbe a rischio “la biodiversità” del settore, come - ad esempio, le piccole testate giornalistiche religiose, radicate sul territorio. Mentre, tutta l'informazione locale - come risulta dall'indagine - è invece preziosa perché “accorcia la distanza” tra la gente e la politica. Nonostante i social, infatti, è aumentata la richiesta - seppure tramite internet - della domanda di informazione locale. Il che - secondo Morcellini - permette di  ridurre il rischio ormai sempre piu' latente di derive demagogiche e populiste.
Per il prossimo futuro il rappresentante dell'Agenzia per le garanzie nella comunicazione intende sempre più centrare sulla ricerca il proprio obiettivo e farsi garante delle esigenze del settore nei confronti della politica.

DI SEGUITO LA RICERCA DELL'AGCOM: Indagine conoscitiva su "Informazione locale": https://www.agcom.it/indagine-conoscitiva-su-informazione-locale-?p_p_id=56_INSTANCE_nMs2RVxyLKAR&p_p_lifecycle=0&p_p_state=normal&p_p_mode=view&p_p_col_id=column-1&p_p_col_count=1

L'Indagine conoscitiva sull'Informazione locale, conclusa con delibera n. 570/18/CONS, ha analizzato le caratteristiche e le dinamiche dell'offerta e della domanda di informazione in Italia con un focus particolare sull'ambito locale, al fine di condurre una disamina approfondita dei sistemi regionali (e/o provinciali) e mettere in luce le diversità territoriali nonché eventuali criticità sotto il profilo del pluralismo informativo.

Come già sottolineato dall'Autorità nel corso di diverse analisi (cfr., tra le altre, le delibere nn. 19/14/CONS, "Indagine conoscitiva sul settore dei servizi Internet e della pubblicità online"; 146/15/CONS, "Informazione e Internet in Italia. Modelli di business, consumi, professioni" e il report "Il consumo di informazione e la comunicazione politica in campagna elettorale"), la componente locale riveste un ruolo di estrema importanza nella prospettiva di tutela del pluralismo all'interno del sistema informativo italiano e assume una rilevanza centrale per la vita democratica del nostro Paese.

I media locali, infatti, costituiscono una risorsa indispensabile del sistema informativo. L'ambito locale rappresenta una dimensione fondamentale del pluralismo, specie in una società globalizzata in cui le identità locali, da un lato, assumono un nuovo, fondamentale ruolo di connettività sociale, dall'altro, rischiano di perdere attenzione e approfondimento dall'ecosistema dell'informazione nazionale e internazionale.

L'informazione locale è caratterizzata da proprie specificità. La sua prossimità, immediatezza, identità e contestualizzazione costituiscono elementi essenziali della pluralità di culture, lingue, punti di vista, e, più in generale, della diversità che caratterizza le società contemporanee e che necessita di inclusione, anche mediale, e partecipazione attiva.

Nell'ambito della produzione di informazione, una disamina approfondita della professione giornalistica verrà realizzata attraverso la terza edizione dell'Osservatorio sul giornalismo.

Al fine di analizzare adeguatamente il sistema dell'Informazione locale, l'Autorità ha individuato specifici strumenti e ha svolto una serie di attività e di approfondimenti, attraverso una molteplicità di fonti, che riguardano l'intera filiera del sistema informativo.

L'Autorità, infine, per agevolare la condivisione degli esiti dell'Indagine, ha reso disponibili anche i dati regionali, sia sotto forma di scheda grafica sia in formato open:  https://www.agcom.it/documents/10179/12791486/Documento+generico+29-11-2018+1549632433468/92f753f2-8b26-40d8-b243-fc2d02910c9c?version=1.0
(11/02/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07