Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 25 marzo 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DONNE - 8 MARZO - DALLA SEN. GARAVINI (PD/ESTERO) "PROPOSTA DI LEGGE CONTRIBUTI PER OGNI FIGLIO CONCEPITO" - LA NEWSLETTER DELLA SETTIMANA

(2019-03-08)

  "Oggi è l'8 marzo, la festa della donna. Un augurio bello e solare. Con la speranza che questa ricorrenza sia da sprono a tutti i Governi in Europa a migliorare la condizione delle donne. Perchè ce n'è molto bisogno. In Italia ancora di più. Da noi sempre più giovani donne rinunciano a mettere al mondo bimbi a causa delle difficoltà che incontrano a coniugare lavoro e famiglia. Ho presentato una proposta di legge affinchè vengano riconosciuti un certo numero di contributi pensionistici alle mamme per ogni figlio concepito, sul modello di quanto avviene in alcuni paesi europei come ad esempio Francia o Germania. Paesi nei quali, non a caso, il tasso di natalità ha ripreso a crescere. Essere donna è un valore aggiunto. E va premiato con fatti concreti, ogni giorno.

Il Governo giallo verde esclude gli italiani all'estero dal reddito di cittadinanza
Gli italiani all'estero che intendano rientrare in Italia non potranno usufruire del reddito di cittadinanza. E non potranno neanche approfittare delle misure specifiche dei centri per l'impiego per trovare un lavoro. Perché il Governo Lega/5stelle ha previsto come requisito obbligatorio la residenza in Italia di dieci anni, di cui gli ultimi due continuativi. Il chè significa che tutti gli iscritti AIRE che rientrano non potranno ricorrere a questo aiuto. Sono intervenuta in aula per denunciare questa ingiustizia. Qui potete vedere l'intervento con cui ho illustrato gli emendamenti che abbiamo presentato come PD. Bocciando questi emendamenti la maggioranza giallo verde ha voltato le spalle agli italiani nel mondo per l'ennesima volta.

Italiani in Gran Bretagna chiedono soluzioni
I nostri connazionali in Gran Bretagna sono circa 700mila. E il mercato britannico è il quarto per dimensioni per l'export alimentare italiano. Rispetto alla sempre più imminente uscita del Regno Unito dall'Unione Europea, senza che si sia raggiunti un accordo, il Governo italiano non si premura di mettere in campo nessuna misura d'emergenza. L'ho denunciato in Commissione al Senato, presentando la mia interrogazione al Ministro per le Politiche Europee. Ma dal Governo è arrivata solo qualche vaga rassicurazione. Tutt'altro che tranquillizzante. Per questo, insieme al nostro capogruppo in Commissione Affari Esteri Alessandro Alfieri, abbiamo presentato anche un question time sullo stesso argomento, con l'intento di indurre il Governo a darsi una mossa.

Gialloverdi impediscono la costituzione del Comitato per gli italiani all'estero
Un altro esempio del fatto che questo Governo sbatte in continuazione la porta in faccia agli italiani nel mondo? Lega e 5stelle hanno impedito che si costituisca il Comitato per gli italiani nel mondo al Senato. Ossia il luogo istituzionale dove avremmo potuto elaborare leggi a favore dei connazionali all'estero. Nel totale silenzio del Sottosegretario con delega per gli italiani nel mondo, Ricardo Merlo e della sua formazione politica, il Maie. Sono intervenuta in Senato (qui il mio intervento) per rivolgere un appello a lui e alla maggioranza affinché fermassero questa decisione. Ma neanche una parola. Hanno impedito la ricostituzione del Comitato, in sfregio agli italiani nel mondo.

Tentativo del Governo di togliere voce agli italiani all'estero
Ma anche alla base questo Governo cerca di zittire gli italiani nel mondo. Innanzitutto ha dimezzato le risorse a disposizione dei Comites, una sorta di consiglio comunale attivo nelle circoscrizioni consolari. Poi a livello istituzionale, dove proprio questa settimana ha votato contro la costituzione di organi finalizzati a difendere i connazionali all'estero. E infine a livello parlamentare, attraverso una riforma costituzionale che prevede la drastica riduzione del numero degli eletti all'estero che non sono altro che la voce in Parlamento degli italiani nel mondo. Ne ho parlato in questa intervista a Rai Italia, denunciando il fatto che sono tutti interventi che calpestano i diritti degli italiani nel mondo. Ciascun connazionale che alle ultime politiche ha votato Lega o 5stelle, nelle ultime settimane trova di sicuro una marea di motivi per mordersi le dita.

Made in Italy, con il Pd boom di export. Con Lega e 5stelle crolla
C'è un'altra cosa nella quale Lega e 5stelle sono uniti e irraggiungibili: riescono a provocare ingenti danni all'economia italiana e rovinano il nostro standing all'estero. Tanto che sono riusciti a far tornare in negativo i dati del settore più florido della nostra economia. Quello dell'export. Un settore in cui invece, con i nostri Governi Pd, avevamo registrato un boom. Le mie dichiarazioni in merito in questo articolo su La Stampa.

Difendiamo l'Europa che amiamo dai sovranisti
L'Europa in cui crediamo è l'Europa dei cittadini, una federazione di Stati amici e alleati, che dialogano nelle diversità. Alle prossime elezioni, il 26 maggio prossimo, siamo chiamati a difenderla. Perchè è sotto attacco. E non è più affatto scontata. Mai come in questa occasione il nostro voto sarà importante, per proteggere l'Europa dalle tendenze antieuropeiste, sempre più aggressive e potenti.  L'ho detto all'assemblea del Movimento Europeo Italia, dove sono intervenuta in virtù del mio nuovo incarico di Presidente dell'Intergruppo parlamentare federalista europeo al Senato.

Viva i democratici!
Le primarie del Partito Democratico tenutesi domenica scorsa sono state una vera festa della democrazia. E anche gli italiani all'estero si sono mobilitati in massa, facendo registrare una partecipazione da record. Nelle grandi città, ma anche nelle piccole. In tutto il mondo, con oltre 150 seggi e centinaia di volontari impegnati nelle operazioni di voto. Congratulazioni e buon lavoro al nostro nuovo Segretario, Nicola Zingaretti, eletto a netta maggioranza. Un grazie caloroso a tutti i candidati, oltre che a livello nazionale anche quelle/i presenti sulle liste territoriali a sostegno delle diverse mozioni. E grazie ai milioni di cittadini che si sono recati a votare, all'estero ed in Italia. Questa grande partecipazione dà maggiore forza alla nostra opposizione, tesa a rendere l'Italia un paese migliore. Grazie davvero. (08/03/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07