Direttore responsabile Maria Ferrante − domenica 21 aprile 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ECONOMIA ITALIANA - BUSINESS FORUM ITALIA - CINA - GRUPPO CASSA DEPOSITI E PRESTITI PROTAGONISTA - GLI ACCORDI

(2019-03-26)

  Il Forum riunito a Roma il 22 e 23 marzo, per la prima volta sotto la co presidenza dell’AD di CDP Fabrizio Palermo, ha rappresentato l’occasione per sottolineare il ruolo del Gruppo CDP a supporto delle imprese italiane e siglare accordi strategici per rafforzare la collaborazione tra Italia e Cina.

Con oltre 60 società partecipate che generano più di tre miliardi di euro di fatturato in territorio cinese, la Cina rappresenta un mercato strategico per il Gruppo CDP.
E’ questo uno dei dati più rilevanti emersi durante il Business Forum Italia – Cina, la principale piattaforma di dialogo tra imprenditori italiani e cinesi, riunita a Roma il 22 e 23 marzo per la prima volta sotto la co-presidenza dell’AD di CDP Fabrizio Palermo, al fianco del Presidente di Bank of China, Chen Siqing.
Il Forum, costituito nel 2014  sotto l’egida del Governo Italiano e della Repubblica Popolare Cinese, ha l’obiettivo di promuovere lo sviluppo delle relazioni economiche tra i due Paesi a sostegno degli interessi comuni, con focus su commercio, investimenti, scienza, tecnologia e turismo: tra i membri direttivi del Forum ci sono infatti i vertici delle più importanti realtà industriali, gruppi finanziari e associazioni di categoria italiane e cinesi, oltre che alcune delle società partecipate del Gruppo CDP (Eni, Fincantieri, Snam, Terna, Ansaldo Energia e Trevi).

Il Forum 2019, in particolare, ha rappresentato l’occasione per confermare l’impegno di Cassa depositi e prestiti all’interno della piattaforma, sottolineato dalla co – presidenza dell’AD Palermo e dalla sottoscrizione di accordi per promuovere lo sviluppo delle aziende italiane in Cina.

Grazie alle competenze finanziarie e industriali, il Gruppo CDP rappresenta infatti un interlocutore privilegiato per sostenere le imprese italiane nel percorso di espansione sul mercato cinese, attraverso l’offerta di una vasta gamma di strumenti, raccolti, proprio in occasione dell’evento, in un unico catalogo.
Il Gruppo CDP inoltre si fa garante dell’equilibrio dei rapporti tra Italia e Cina, alla luce della propria missione e grazie al suo standing di investitore stabile di lungo periodo.

“E’ per me è un onore assumere l’incarico di Co-Presidente del Business Forum Italia Cina, consapevole del prestigio e dell’importanza di questa realtà nel promuovere il dialogo e la cooperazione imprenditoriale, facendo leva sulla complementarietà e le strategie di sviluppo tra l’economia italiana e quella cinese” queste le parole dell’AD Fabrizio Palermo che, durante l’inaugurazione del Business Forum a Palazzo Barberini, ha sottolineato l’importanza della piattaforma per garantire la coesione tra i due Paesi, manifestando la volontà di rafforzare, attraverso la co-presidenza, l’impegno del Gruppo CDP a supporto delle aziende italiane in Cina.

Dialogo, cooperazione e sviluppo delle opportunità di business tra le imprese dei due Paesi sono infatti gli obietti che Fabrizio Palermo ha delineato in relazione al nuovo incarico da co – presidente, evidenziando che la Cina rappresenta un mercato di straordinaria opportunità, perché protagonista di processo di trasformazione, da economia votata prevalentemente all’export a modello orientato al rilancio dei consumi interni e verso produzioni a maggior valore aggiunto.

In questo percorso di espansione risulterà strategico il ruolo del Gruppo CDP, già presente in Cina con numerose aziende partecipate, gli uffici del Gruppo e delle partecipate e importanti investimenti cinesi – per oltre 2,5 miliardi di euro – in aziende del Gruppo (come la partecipazione di State Grid Corporation of China in CDP Reti e la presenza con Shangai Electric Corporation nell’azionariato di Ansaldo Energia): “Cassa depositi e prestiti già da anni sostiene lo sviluppo dei rapporti tra Italia e Cina, in virtù della missione che svolge a supporto del sistema imprenditoriale italiano. Con la Co-Presidenza del Business Forum questo impegno al servizio del Paese si consolida ulteriormente”  ha concluso Palermo durante l’inaugurazione del BFIC.

Tante e di diversa natura le intese siglate nell’ambito del Business Forum. Accanto a CDP, protagonista di alcuni tra gli accordi più rilevanti, sono state molte le società che hanno firmato MoU con le controparti cinesi, tutti con lo stesso obiettivo: rafforzare la collaborazione tra Italia e Cina in ambito finanziario, imprenditoriale e industriale.

I Panda Bond sono stati il focus dell’accordo siglato tra Cassa depositi e prestiti e Bank of China, per supportare la crescita delle imprese italiane sul mercato cinese. In base all’intesa, siglata dall’AD Fabrizio Palermo e dal Chairman di Bank of China Chen Siqing, CDP lavorerà a una serie di emissioni per 5 miliardi di Renminbi per sostenere succursali o controllate di aziende italiane con sede in Cina e svilupperà un programma di co-financing con banche italiane e cinesi per imprese italiane in territorio cinese.

Silk Road Fund e Snam sono stati invece i protagonisti della seconda intesa siglata nell’ambito del Forum: con loro CDP si impegnerà a individuare aree di interesse comune per realizzare iniziative congiunte in Cina, Italia e altri Paesi, individuando opportunità di investimento in settori quali servizi finanziari, agricoltura, alimentari, tecnologia e infrastrutture.

Durante il Business Forum anche il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP ha confermato il ruolo chiave per la crescita delle imprese sui mercati internazionali.  SACE SIMEST hanno infatti firmato due accordi con SINOSUR, l’agenzia di credito dell’esportazione cinese, e con SUMEC, la società che opera come import agent del Governo cinese.

Le intese siglate hanno l’obiettivo di rafforzare la collaborazione per accrescere le occasioni di business per le aziende italiane dei due Paesi: l’accordo con SINOSURE, in particolare, permetterà di facilitare l’accesso per le imprese alle soluzioni assicurativo finanziarie delle due parti e di individuare progetti di reciproco interesse, mentre l’intesa con SUMEC sarà fondamentale per facilitare l’assegnazione di contratti a fornitori italiani, con il supporto assicurativo-finanziario di SACE SIMEST.

Il Business Forum Italia Cina ha dunque rappresentato un momento strategico per tutto il Gruppo CDP, chiamato a rafforzare il proprio impegno per la crescita delle imprese italiane operanti in territorio cinese e per la stabilità dei rapporti tra l’Italia e la Cina.

In qualità di Istituto Nazionale di Promozione, infatti, Cassa depositi e prestiti potrà consolidare il proprio ruolo nella cooperazione tra i due Paesi, intervenendo per assicurare supporto alla crescita all’estero del sistema produttivo italiano, indispensabile per contribuire alla competitività dell’Italia sui mercati internazionali.(26/03/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07