Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 24 maggio 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

LAVORO - OCCUPAZIONE ? ECCO COME STA CAMBIANDO MONDO FORMAZIONE - LAVORO. SINERGIE SISTEMA ITS /AZIENDE : 87% GIOVANI TROVA LAVORO NELL'ARCO DI 12 MESI.

(2019-04-09)

  Si e' tenuta ad Udine, nei giorni scorsi, un'importante tavola rotonda tra aziende, studenti, famiglie e docenti promossa da Sistema ITS FVG e Confindustria Udine.
Un incontro di rilevante interesse per i giovani italiani, sia che intendano rimanere in Italia che trasferirsi all'estero, ed in tale contesto con la convinzione - nella maggioranza dei casi - che in Italia non ci siano opportunità di lavoro;
per le famiglie che indulgono su una formazione tradizionale, che sempre piu' rappresenta solo un primo passo per l'ingresso nel mondo del lavoro, soprattutto in ambito industriale, ma sempre più anche nel'ambito del sistema dei servizi;
per le stesse aziende che sono facilitate nella ricerca di personale adeguato, altrimenti difficilmente rintracciabile come i dati del sistema Excelsior /Unioncamere dimostrano, per cui migliaia di posti di lavoro rimangono vacanti con relativa perdita' sul piano della competitività soprattutto della piccola industria italiana, che rimane il cuore pulsante della nostra economia.

In buona sostanza, il mondo del lavoro sta cambiando nelle imprese, e velocemente, ma le opportunità di inserimento qualificato per i giovani continuano ad esserci. Nuove competenze saranno necessarie per accedere ai nuovi ruoli in azienda ed i percorsi formativi per preparare a tali ruoli non mancano, anzi sono di alto livello, a cominciare da quelli offerti dal sistema regionale degli Istituti Tecnici Superiori (ITS).

E’ questo il quadro di sintesi emerso dalla tavola rotonda dal titolo “Quali competenze per un futuro ruolo in azienda”, promossa dal Sistema ITS FVG e Confindustria Udine nel corso della quale rappresentanti di aziende del territorio appartenenti a diversi settori merceologici - hanno testimoniato la validità el’efficacia dei percorsi di alta formazione tecnico specialistica degli ITS presenti in regione nel formare le nuove competenze ricercate dalle imprese.

“La formazione ITS - ha evidenziato in apertura di incontro il Direttore Generale di Confindustria Udine, Michele Nencioni - rappresenta il punto esatto di incrocio tra domanda e offerta di lavoro in quanto l’offerta è generata dalla domanda e i percorsi ITS vengono costruiti e plasmati anche in corso d’opera sulla base delle esigenze delle imprese”.

Ester Iannis, direttrice della Fondazione ITS Nuove Tecnologie per il Made in Italy, che ha coordinato l’incontro, ha ricordato, al riguardo, “che l’87% dei giovani formati dagli ITS del Friuli Venezia Giulia trova occupazione nell’arco di 12 mesi; il restante 13%, nella maggior parte dei casi, prosegue gli studi a livello universitario. Ci sono dei settori formativi, poi, come quello relativo alla meccatronica, dove si registra già nel giro di tre mesi il 100% di ragazzi occupati”. A tale proposito, la professoressa Iannis ha annunciato l’imminente lancio da parte del Mits Malignani di tre nuovi corsi di meccatronica per il biennio 2019-21 e la partenza a Udine, ad ottobre, di un corso di tecnico superiore per la logistica.

“La parola d’ordine che si respira all’interno delle imprese è ‘specializzazione’ - ha evidenziato, nel corso della tavola rotonda, Andrea Pitussi – e i ragazzi, grazie alla stretta interazione scuola-lavoro offerta dai corsi ITS, possono accrescere la loro specializzazione direttamente in azienda”. Ha confermato Cattelan: “Noi imprenditori del settore Alimentari e Bevande abbiamo visto davvero di buon grado la partenza del corso ITS per l’agroalimentare, anzi l’abbiamo fortissimamente sostenuta. I tirocinii in azienda sono una chiave fondamentale per tarare i profili dei giovani sulla base delle reali esigenze delle imprese”.

Per Marconi, invece, “un’impresa vive di personale, conoscenze e competenze. Per questo è importantissimo l’inserimento in azienda di giovani, possibilmente del territorio, che abbiano un approccio proattivo al lavoro come luogo dove possono realizzare se stessi, i loro sogni e le loro idee”. Da parte sua, Soro ha invitato i ragazzi, al di là di tutto, a seguire sempre la propria passione, cercando il miglior sbocco professionale dove sia possibile conciliarla. “Va da sé che obiettivi prestigiosi si possono ottenere solo sacrificandosi e faticando”. Da ultimo, Masotti ha parlato anche del corso di tecnico superiore per la logistica: “E’ un’iniziativa che non interessa soltanto il comparto dei trasporti. E’ tutto il mondo manifatturiero che guarda con grande attenzione alla nuova figura di esperto in logistica”. (09/04/2019- ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07