Direttore responsabile Maria Ferrante − domenica 21 luglio 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

FINANZA ITALIA - DAL MEF: ENTRATE TRIBUTARIE FEBBRAIO 2019

(2019-04-15)

  Le entrate tributarie e contributive nei primi due mesi del 2019 mostrano nel complesso una riduzione di 1.582 milioni di euro (-1,4 per cento) rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente. La dinamica osservata è la risultante della variazione positiva delle entrate tributarie (+124 milioni di euro, +0,2 per ento) e della riduzione, in termini di cassa, delle entrate contributive (-1.706 milioni di euro, -3,9  ercento). L’andamento di quest’ultima componente è essenzialmente riconducibile al mancato incasso della rata di febbraio dei premi assicurativi INAIL, a seguito dello slittamento al mese di maggio dei termini ordinari di versamento degli stessi disposto dalla legge 145/2018  nell’ambito della procedura di revisione
del sistema tariffario (articolo 1,commi 1121 e seguenti).

Pertanto, la flessione osservata ha carattere strettamente congiunturale e verrà riassorbita nel mese di maggio.

Di seguito l’analisi dell’andamento delle entrate tributarie e delle entrate contributive.

Andamento delle entrate tributarie
1. Le entrate tributarie.
Le entrate tributarie nel periodo Gennaio-Febbraio evidenziano una crescita pari a 124 milioni di euro (+0,2 per cento) rispetto allo stesso periodo del 2018.
Le imposte contabilizzate al bilancio dello Stato registrano una variazione positiva (+244 milioni di euro, +0,3 per cento) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In crescita il gettito relativo agli incassi da attività di accertamento e controllo (+69 milioni di euro, +5,1 per cento) come anche quello delle entrate degli enti territoriali (+40 milioni di euro, +1,0 per cento). Le poste correttive - che nettizzano Legge 30 dicembre 2018, n. 145 “Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2019 e bilancio luriennale per il triennio 2019-2021”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale 31 dicembre 2018, n.302 - Supplemento Ordinario n. 62.

bilancio dello Stato - risultano in aumento di 209 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2018 (5,4
per cento).
1.1 Le entrate tributarie del bilancio dello Stato (competenza giuridica).
Nei primi due mesi del 2019 le entrate tributarie erariali, accertate in base al criterio della competenza giuridica, ammontano a 66.963 milioni di euro (+244 milioni di euro, pari a +0,3 per cento) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Le imposte dirette risultano pari a 40.043 milioni di euro (-744 milioni di euro pari a -1,8 per cento). Le imposte indirette ammontano a 26.920 milioni di euro (+968 milioni di euro, pari a +3,7 per cento).

Tra le imposte dirette, il gettito IRPEF si è attestato a 37.309 milioni di euro (+1.120 milioni di euro, +3,1 per cento) principalmente per l’andamento delle ritenute IRPEF (+1.157 milioni di euro, +3,3 per cento).

L’IRES è risultata pari a 718 milioni di euro (-181 milioni di euro, pari a -20,1 per cento).

Da segnalare gli andamenti negativi dell’imposta sostitutiva sui redditi nonché ritenute sugli interessi e altri redditi di capitale (-362 milioni di euro, -30,5%), dell’imposta sostitutiva sui redditi da capitale e sulle  plusvalenze (-675 milioni di euro, -97,3 per cento) e dell’imposta sostitutiva sul valore dell’attivo dei fondi pensione (-712 milioni di euro, -82,8 per cento) che riflettono le performance negative per il 2018 dei mercati finanziari e dei rendimenti medi delle diverse tipologie di previdenza complementare.

Tra le imposte indirette, le entrate IVA ammontano a 15.649 milioni di euro (+877 milioni di euro, pari a +5,9 per cento): 13.356 milioni di euro (+897 milioni di euro, pari a +7,2 per cento) derivano dalla componente relativa agli scambi interni; 2.293 milioni di euro dal prelievo sulle importazioni (-20 milioni di euro, pari a -0,9 per cento). Le entrate di lotto e lotterie ammontano a 2.511 milioni di euro (+118 milioni di euro, pari a +4,9 per cento).

1.2 Incassi da attività di accertamento e controllo.
Nel primo bimestre del 2019 il gettito relativo agli incassi da attività di accertamento e controllo è pari a 1.430 milioni di euro e registra una variazione positiva rispetto allo stesso mese dell’anno precedente +69 milioni di euro, +5,1 per cento). In lieve flessione la componente relativa alle imposte dirette (-81 milioni i euro, -10,9 per cento). Di segno opposto la variazione relativa alle imposte indirette (+150 milioni di uro, +24,2 per cento).

1.3 Le entrate tributarie degli enti territoriali.
Le entrate tributarie degli enti territoriali nel periodo Gennaio-Febbraio 2019 ammontano a 3.914 milioni
di euro e registrano una crescita rispetto al corrispondente mese dell’anno precedente (+40 milioni di
euro, +1,0 per cento).

1.4 Le poste correttive.
Le poste correttive nei primi due mesi del 2019, sono pari a 4.073 milioni di euro risultando in aumento rispetto al corrispondente periodo dell’anno scorso (+209 milioni di euro, +5,4 per cento). In crescita le compensazioni per le imposte dirette (+128 milioni di euro, +9,4 per cento) influenzate dalla variazione positiva delle compensazioni da 730 precompilato (+148 milioni di euro, +21,5 per cento) e le vincite (+114 milioni di euro, +11,0 per cento). In diminuzione le compensazioni per le imposte indirette (-17 milioni di euro, -1,2 per cento) e le compensazioni per le entrate degli enti territoriali (-16 milioni di euro, -24,2 per cento).

2. Le entrate tributarie del bilancio dello Stato (incassi).
Le entrate tributarie del bilancio dello Stato incassate nel periodo ammontano a 63.446 milioni di euro in aumento di 293 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2018 (+0,5 per cento). In flessione le imposte dirette (-737 milioni di euro, -1,9 per cento) mentre le imposte indirette registrano un aumento (+1.030 milioni di euro, +4,2 per cento). Su queste ultime incide principalmente la variazione positiva del gettito dell’IVA (+1.019 milioni di euro, pari al +6,8 per cento).

Andamento delle entrate contributive
1. Le entrate contributive.
Gli incassi contributivi dei primi due mesi del 2019 sono risultati pari a 42.519 milioni di euro, in riduzione di 1.706 milioni (-3,9 in termini percentuali) rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente.
Tale risultato è originato, fondamentalmente, dallo slittamento del termine di versamento dei premi assicurativi INAIL, come più ampiamente illustrato di seguito.
Al netto di tale slittamento, gli incassi contributivi osservano una crescita del 3,6 per cento.

Le entrate contributive dell’INPS risultano pari a 41.053 milioni di euro, registrando un aumento del 3,6 per cento rispetto al 2018 (+1.445 milioni di euro). Tale risultato è ascrivibile, principalmente, alla crescita delle entrate contributive del settore privato (+5,3 per cento), mentre le gestioni del settore pubblico osservano una dinamica inferiore (+1,0 per cento).

I premi assicurativi dell’INAIL ammontano a 319 milioni di euro, segnando una riduzione di 3.183 milioni di euro rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente. Le minori entrate osservate sono da  icondursi al mancato incasso della rata di febbraio 2019, a seguito dello slittamento al mese di maggio dei termini ordinari di versamento dei premi assicurativi, disposto dall’articolo 1, comma 1125 della legge  5/2018 , nell’ambito della revisione delle tariffe INAIL introdotta dalla medesima legge (commi 1121 e seguenti). Tale riduzione ha, pertanto, carattere meramente congiunturale e verrà riassorbita nel mese  i maggio, a fronte del versamento dei premi assicurativi dovuti, tenuto anche conto degli effetti della revisione del sistema tariffario disposta dalla citata legge di bilancio.

Le entrate contributive degli Enti privatizzati a tutto il mese di febbraio risultano pari a 1.147 milioni di  euro, in aumento rispetto al corrispondente bimestre dell’anno precedente (+32 milioni di euro, pari a +2,9 per cento). (15/04/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07