Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 18 ottobre 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ECONOMIA ITALIANA - PRES. CONFINDUSTRIA BOCCIA AL GOVERNO : SI RISCHIA PARALISI IMPRESE E CREDIBILITA' PAESE. SERVE SENSO RESPONSABILITA'

(2019-06-28)

  "Questo governo deve chiarire se vuole portare alla paralisi dell'industria italiana, se questo è nei suoi fini o se pensa che la questione industriale sia un elemento centrale per questo Paese. " Ad affermarlo oggi il Presidente di Confindustria , Boccia, a seguito degli sviluppi e delle relative dichiarazioni sui casi Ex Ilva e Atlantia, da cui l'invito "Non si può governare solo con le emergenze: dobbiamo recuperare fiducia.
Speriamo che prevalga il buon senso e la visione di futuro. In gioco c'è la credibilità del nostro Paese."

Quanto allo specifico "ex Ilva e Atlantia"  " da queste vicenda potremmo uscire con conseguenze gravi per gli investimenti esteri nel nostro Paese cui non sarà facile rimediare. Non si può chiedere alle persone di investire in un'attività e poi cambiare le regole del gioco in piena corsa, soprattutto in modo unilaterale.

Spaventare l'investitore è un capolavoro e corriamo il rischio che lasci.  Ha commentato il Presidente in riferimento al braccio di ferro tra Arcelor Mittal, che minaccia la chiusura dopo la modifica di alcune norme sulle responsabilità penali, e il governo.

Speriamo che prevalgano il senso di responsabilità e il dialogo, in gioco c'è il futuro industriale del Mezzogiorno e di molte famiglie e lavoratori. Bisogna sbloccare la questione Ilva: abbiamo un grande investitore in termini anche di importo, cioè 5 miliardi di investimento, che potrebbe far diventare l'impianto la più grande acciaieria d'Europa." ha sottolineato Boccia.

Quanto alle affermazioni del Vicepremier Di Maio su Atlantia 'decotta', l'invito è "occorre usare un linguaggio più freddo.

Dobbiamo tornare a un'idea di Paese che guardi avanti e lasciare che la giustizia penale faccia il suo corso prima di assumere decisioni gravi. Un Paese che si limita a cavalcare le ansie non ha futuro. Il presidente del Consiglio dovrebbe chiarire a nome di tutto il governo la linea da tenere su questi delicati dossier, soprattutto per evitare che tra gli investitori istituzionali si consolidi l'idea che il nostro Paese non è affidabile." (28/06/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07