Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 15 luglio 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

SICUREZZA SOCIALE - LOY (CIV INPS): "SISTEMA ANCORA TIENE,MA POLITICA E PARTI SOCIALI SI PREOCCUPINO SOSTENIBILITA' FUTURA".PRES.INPS TRIDICO SU QUOTA 100 "1 MILIARDO DI RISPARMIO"

(2019-07-04)

Stamane è stata presentata dall'INPS la Relazione programmatica 2020-2022", presenti Guglielmo Loy, Presidente del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza dell'INPS, insieme a Pasquale Tridico, Presidente dell’Inps, Claudio Cominardi Sottosegretario al Ministero del Lavoro.

Nel corso dell'incontro, è stato sottolineato come oggi siano versati nelle Casse dell'INPS duecentotrenta miliardi di contributi circa che permettono di perseguire la finalità mutualistica del sistema, ovvero garantire prestazioni previdenziale.  Una contribuzione obbligatoria che vale più di tutte le tasse sui redditi delle persone fisiche. E, mentre sulle tasse si discute si litiga si propongono innovazioni e riforme la contribuzione obbligatoria manifesta una senso , uno spirito di solidarietà molto più forte e profondo di quello che a volte appare al Paese ed agli st essi legislatori.  Un sistema che hanno certamente in parte modificato ma non hanno mai stravolto perchè è un modello che fonda la possibilità di erogare prestazioni importantissime"  Questa per il Presidente del CIV Loy - convenendo con il Presidente dell'INPS Tridico - è la faccia  buona e bella del Paese reale perché è quella più radicato nel sistema economico e produttivo.

"Un  patrimonio che va difeso e salvaguardato perché patrimonio appunto della mutualità e dell'assicurazione per  milioni di persone".  Loy ha, quindi, affrontato il tema dell'equita', ovvero della necessità di un  giusto equilibrio tra l'obbligo contributivo e  la diffusione di questo obbligo, adeguata all'erogazione delle prestazioni ma anche fondata sul contrasto al non rispetto delle regole per far sì che i contribuenti "sani"  versino il giusto e non di  più.
perchè c'è una massa di persone che non rispettando le regole caricano sugli onesti gli oneri.

La relazione programmatica 2020-2022 presentata dal Civ dell’Inps, il Consiglio di indirizzo e vigilanza presieduto da Guglielmo Loy, annota che a fine 2018 l'evasione contributiva accertata a seguito dell'attività di Vigilanza ispettiva dell'istituto ammonta a 1,117 miliardi di euro. Sempre per quanto riguarda l'attività di vigilanza, nel 2018 sono state effettuate 17.710 ispezioni e identificate 14.034 aziende irregolari, 5.171 lavoratori in nero e 37.552 lavoratori irregolari.
Di qui la necessità di "potenziare l'efficacia delle attuali funzioni di vigilanza e dei controlli previsti".

E, tra gli obiettivi Loy non dimentica la necessità della formazione degli operatori che saranno assunti, come anticipava poco prima il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio, annunciando "oltre 5.000 assunzioni all'INPS"  Dira' il Presidente dell'INPS poco dopo, che le nuove assunzioni entro il 2020, permetteranno quel ricambio di l'INPS necessita. Soprattutto, dopo la sostituzione dei 1.869 dipendenti che hanno fatto domanda di pensionamento con Quota 100".

Infine, Loy ha ricordato l'impegno solidaristico dell'INPS nell'erogare prestazioni che prescindono dai versamenti della singola persona in settori che hanno una massa contributiva insufficiente a pagare le attuali prestazioni ed è possibile farlo grazie ad ma questo sono son queste sono erogabili perché altri cittadini di altri settori possono versano  i contributi per garantire a tutti prestazioni minime e decorose.

In sintesi per il Presidente del CIV, nonostante le variabili macro economiche,  nonostante l'annoso dibattito della necessaria separazione fra assistenza e previdenza, nonostante il tema della occupazione inteso come declinazione del numero delle persone che lavorando contribuiscono e il rapporto con il numero dei pensionati il rapporto con l'età pensionabile con l'età media che tende a salire ..oggi diciamo che il sistema ancora tiene. Questo non toglie, pero', naturalmente che la politica e le parti sociali debbano preoccuparsi di occuparsi anche della sostenibilità nel futuro del sistema che passa per la crescita dell'economia e la possibilità di -come si diceva un tempo- allargare la base occupazionale".

Da parte sua, il Presidente dell'INPS Tridico ha confermato i dati relativi ai risparmio stimato per quota 100 ed i dati relativi a Reddito e Pensione di cittadinanza.

Le domande per l'anticipo pensionistico sono circa 150 mila, ma il 75% sono presentate da lavoratori, il restante 25% da disoccupati, cassintegrati o persone che beneficiano di sostegno - ha detto  Tridico - con un "risparmio stimato per "Quota 100" di 1 miliardo di euro, mentre quello per il reddito e pensione di cittadinanza, viene stimato in 500 milioni per un totale delle due misure pari a 1,5 miliardi". (04/07/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07