Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 23 gennaio 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

PENSIONATI ITALIANI NEL MONDO - AUMENTO PENSIONE - DAL 1 GENNIO 2020 + 0,4% PER EFFETTO PEREQUAZIONE SU VARIAZIONE INDICE PREZZI A CONSUMO PER LE FAMIGLIE

(2019-12-05)

  Dal 2020 pensioni aumentano dello 0,4% per effetto della perequazione fondata sulla variazione degli indici dei prezzi al consumo per le famiglie

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 278 del 27 novembre 2019, il Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 15 novembre 2019 (sotto allegato), predisposto di concerto con il Ministero del Lavoro.

Si tratta del provvedimento recante il "Valore della variazione della percentuale, salvo conguaglio, per il calcolo dell'aumento di perequazione delle pensioni spettante per l'anno 2019 con decorrenza dal 1° gennaio 2020, nonché il valore definitivo della variazione percentuale da considerarsi per l'anno 2018 con decorrenza dal 1° gennaio 2019".

La percentuale di variazione per il calcolo della perequazione delle pensioni per l'anno 2019 è determinata in misura pari al +0,4 dal 1° gennaio 2020, salvo conguaglio da effettuarsi in sede di perequazione per l'anno successivo.

Il dato si rileva dalla variazione percentuale verificatasi negli indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati, tra il periodo gennaio - dicembre 2018 ed il periodo gennaio - dicembre 2019 (ipotizzando, in via provvisoria, per i mesi di ottobre, novembre e dicembre 2019 una variazione dell'indice pari rispettivamente a +0,0, -0,2 e +0,0).

Ciò significa che dal prossimo anno, per merito dell'inflazione stimata dall'ISTAT, gli assegni mensili aumenteranno, seppur in misura lieve, in quanto gli importi saranno rivalutati dello 0,4%.

Si rammenta, tuttavia, che l'adeguamento viene riconosciuto al 100% ai soli assegni mensili di importo fino a tre volte il trattamento minimo (pari a 513 euro). Agli assegni di importo superiore, invece, la percentuale di aumento viene riconosciuta in misura decrescente in base a diverse aliquote.

Questa situazione potrebbe però essere ben presto rivista. Del ritocco al meccanismo di perequazione se ne sta occupando la legge di bilancio, al vaglio del Parlamento, che mira a concedere la rivalutazione piena (al 100%) anche a coloro che percepiscono da tre a quattro volte il minimo.

Tuttavia, poiché l'INPS sta già predisponendo i pagamenti di gennaio, l'eventuale modifica, qualora dovesse essere approvata, sarà applicata non prima di Aprile 2020. (05/12/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07