Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 2 giugno 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

UNIVERSITA' ITALIANE NEL MONDO - COVID-19/ARRESTI CARDIACI - DA IRCCS SAN MATTEO, ATENEO E AREU PAVIA COLLEGAMENTO FRA ARRESTI CARDIACI E CORONAVIRUS ? INCREMENTO 58% 4 PROVINCE LOMBARDE

(2020-04-30)

Uno studio pubblicato sulla prestigiosa rivista internazionale New England Journal of Medicine e promosso dalla Divisione di Cardiologia della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo in collaborazione con l’Università di Pavia e AREU (Azienda Regionale Emergenza Urgenza Lombardia), ha analizzato i dati del Registro degli Arresti Cardiaci della Regione Lombardia (LombardiaCARe), attivo dal 2015 e che ha il suo Centro di Coordinamento all’interno della Cardiologia del San Matteo.

La ricerca, che ha come primo firmatario Enrico Baldi cardiologo presso il Policlinico San Matteo e ricercatore dell’Università di Pavia, ha dimostrato come il numero degli arresti cardiaci avvenuti tra il 21 febbraio e il 31 marzo 2020 nelle province di Pavia, Lodi, Cremona e Mantova, sia stato del 58% superiore rispetto allo stesso periodo del 2019 (362 versus 229).
Ancora più drammatico il dato relativo alle zone più colpite dalla pandemia, ovvero Lodi (+187%) e Cremona (+143%).

Inoltre, 103 dei pazienti che hanno subito un arresto nel 2020 (che rappresentano il 77% della differenza dei due anni) avevano dei sintomi sospetti per COVID-19 o una diagnosi di COVID-19 già eseguita.

Questi dati, primi al mondo su questo aspetto, hanno permesso di evidenziare come il COVID-19 abbia avuto un forte impatto sull’incidenza degli arresti cardiaci che sono avvenuti fuori dall’ospedale. (30/04/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07