Direttore responsabile Maria Ferrante − sabato 11 luglio 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

LAVORO - G20 /MIN. LAVORO - APRILE 2020 : "NON POSSIAMO CONSENTIRE ALLA PANDEMIA DI AMPLIARE DISPARITA' - COMPRESE QUELLE DI GENERE - NEL MERCATO DEL LAVORO

(2020-06-10)

"Lo scoppio e la diffusione del Coronavirus (COVID-19) è una sfida globale senza precedenti che richiede una risposta globale coordinata." Al vertice straordinario dei leader del G20 tenutosi il 26 marzo 2020, nello spirito di solidarietà, i nostri leader si sono impegnati a fare tutto il necessario per superare questa pandemia e hanno deciso di non risparmiare sforzi, sia individualmente che collettivamente, per affrontare gli effetti combinati dell’impatto sanitario,
sociale ed economico e per salvaguardare l’occupazione e il reddito delle persone".  Così i Ministri del Lavoro e dell'occupazione del G20  il 23 aprile 2020.

"In conformità con l’impegno e la determinazione dei nostri leader noi, i ministri del lavoro e dell’occupazione del G20, continueremo a lavorare insieme e in coordinamento con altri ministri del G20 per sviluppare e attuare misure globali ed efficaci per mitigare l’impatto di COVID-19 su mercato del lavoro e società a livello nazionale e globale. Combattere e
superare la pandemia è la nostra massima priorità.

Come parte delle risposte all’epidemia di coronavirus,i lavoratori e le loro famiglie in tutto il mondo si trovano di fronte alla necessità di ricovero, quarantena, misure di allontanamento fisico, restrizioni sui viaggi e mobilità.
Inoltre, a causa sia delle misure sanitarie imperative adottate sia delle ripercussioni della pandemia sull’attività economica, i lavoratori si trovano ad affrontare elevati rischi di perdita di posti di lavoro, riduzione dell’orario di lavoro,
sospensione dei rapporti di lavoro e perdita di reddito. Faremo ogni sforzo per proteggere i nostri lavoratori, in particolare quelli che sono considerati vulnerabili e non coperti da un’adeguata protezione sociale.
Faremo ogni sforzo per evitare di lasciarli ancora più indietro.

Pertanto, non possiamo consentire a COVID-19 di ampliare le disparità, comprese le disparità di genere, nel mercato del lavoro e di erodere i progressi compiuti finora.

Continueremo, in piena cooperazione su scala mondiale, ad adottare un approccio incentrato sulla persona che promuova l’occupazione, rafforzi la protezione sociale, stabilizzi le relazioni industriali e promuova i principi e i diritti fondamentali del lavoro tra le misure di prevenzione e controllo pandemici, con iniziative assunte secondo le necessità delle nostre situazioni nazionali.

L’occupazione dovrebbe avere la priorità nello sviluppo di pacchetti di politiche macroeconomiche ed è importante il coordinamento tra occupazione e altre risposte politiche.
Oltre a proteggere posti di lavoro e reddito, garantiremo che i nostri sistemi di protezione sociale siano sufficientemente robusti e adattabili per fornire un sostegno adeguato a tutti i lavoratori bisognosi, indipendentemente dal loro stato di occupazione, età o sesso. Continueremo anche a garantire la fornitura di idonei strumenti protettivi per i lavoratori, in particolare per gli operatori sanitari e quelli degli altri servizi essenziali più esposti ai rischi portati da COVID-19 attraverso misure di sicurezza e salute sul lavoro e continueremo a promuovere un lavoro dignitoso anche nelle catene
di fornitura globali.

I nostri paesi continueranno a ricercare modi per supportare le imprese e i datori di lavoro, in particolare le micro, piccole e medie imprese (MSME), per essere in grado di mantenere l’occupazione e supportare i lavoratori interessati durante questo periodo difficile. Le misure saranno sviluppate conformemente alle situazioni nazionali e potranno comprendere trasferimenti in contanti, crediti d’imposta, sovvenzioni, prestiti e sussidi salariali. Stiamo già assistendo all’introduzione di queste misure in molti membri del G20 e in tutto il mondo. Inoltre, forniremo assistenza e supporto ai datori di lavoro per consentire loro di adottare misure efficaci per ridurre al minimo l’impatto di COVID-19 su operatività, risorse, catene di fornitura e soprattutto sulla loro forza lavoro.

Lavoreremo con le principali parti interessate al fine di massimizzare l’impatto dei nostri sforzi. Lavoreremo con gli altri percorsi del G20 per garantire che le azioni a livello nazionale e internazionale stimolino l’economia e favoriscano la creazione e il mantenimento dell’occupazione.
Riconosciamo l’importanza del dialogo sociale e di lavorare in collaborazione con le parti sociali su risposte adeguate alla pandemia.
L’esperienza ci mostra che in tempi di crisi, il dialogo sociale con le organizzazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro porta a soluzioni reattive e durature.

I membri del G20 stanno già trovando modi innovativi di impegnarsi nel dialogo nonostante l’isolamento sociale che
dobbiamo sopportare.
Riconosciamo e apprezziamo il contributo dell’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL), dell’Organizzazione per la
cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) e del Gruppo Banca Mondiale (WBG) e continueremo a chiedere il loro parere, se del caso, per risolvere le crisi a breve termine e pianificare un recupero a medio e lungo termine. In linea con la dichiarazione dei leader del G20 e il piano d’azione del G20, chiediamo all’OIL e all’OCSE di monitorare e riferire
sull’impatto di COVID-19 sull’occupazione e sull’efficacia delle misure adottate n tutto il mondo per mitigarne l’impatto.

Lavoreremo incessantemente per condividere, ideare e attuare misure efficaci per ridurre e annullare l’impatto di COVID-19 sui nostri mercati del lavoro, sulle nostre società e sulle nostre economie più ampie, ricordando sempre
che la nostra responsabilità primaria è salvaguardare la salute e il benessere dei nostri lavoratori e delle loro famiglie.
Siamo pronti a incontrarci di nuovo quando necessario per monitorare i progressi e prendere in considerazione ulteriori azioni e impegni per aiutare la ripresa dei nostri mercati del lavoro e sostenere i progressi rispetto ai nostri obiettivi comuni del G20.(10/06/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07