Direttore responsabile Maria Ferrante − sabato 28 novembre 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

LAVORO - EUROPA - DEGLI STRUMENTI MESSI IN CAMPO DALLA COMMISSIONE UE CON IL PROGRAMMA SURE NE PARLERA' LUNEDI' 9 NOVEMBRE IL COMMISSSARIO ALL'ECONOMIA GENTILONI OSPITE DELL'UFFICIO DEL PARLAMENTO EUROPEO A ROMA

(2020-11-06)

  Quali strumenti ha messo in campo l’UE per fronteggiare la crisi sanitaria, economica e sociale e per palliare gli effetti della pandemia da COVID-19 sul mondo del lavoro? Ne parliamo lunedì 9 novembre dalle 10:00 con il commissario UE all’economia Paolo Gentiloni, eurodeputati, rappresentanti del governo e delle più importanti sigle sindacali del nostro Paese. L'evento è organizzato dall'Ufficio del Parlamento europeo in collaborazione con la Rappresentanza della Commissione europea.

L’Europa sta fronteggiando una crisi sanitaria ed economica senza precedenti dal dopoguerra. In Italia, più di 3 milioni di famiglie hanno visto il loro reddito dimezzarsi e il 50% delle imprese sono a rischio chiusura, con centinaia di migliaia di lavoratori che potrebbero perdere il posto.

L’Unione europea ha messo in campo strumenti straordinari per far fronte alla crisi e far ripartire l’economia. Oltre al Piano per la ripartenza, ai prestiti BEI e agli impegni di acquisti per 1710 miliardi della BCE, è già operativo il programma SURE, con 100 miliardi di prestiti a condizioni molto convenienti. SURE è un acronimo: sta per “Support to mitigate Unemployment Risks in an Emergency”, ovvero aiutare i lavoratori che rischiano di perdere il lavoro con un sussidio europeo.

SURE è stato studiato proprio per i Paesi più colpiti dalla pandemia e dalla crisi economica, come Italia e Spagna. Difatti, il nostro Paese, con 27 miliardi, è il primo beneficiario di SURE, e ha già ottenuto una prima linea di credito da 10 miliardi.

Questa misura, nella pratica, si concretizzerà in un sussidio pubblico, che potrà garantire il posto di lavoro a milioni di cittadini europei. I lavoratori potranno così continuare ad avere reddito e potere di acquisto, con un impatto positivo su tutta l’economia. Nel tempo libero creatosi con la diminuzione delle ore di lavoro, i dipendenti potranno seguire corsi di formazione utili per il loro percorso professionale e per la stessa azienda.

In questo contesto, è importante che i rappresentanti dei sindacati possano confrontarsi con quelli delle istituzioni europee e nazionali sul migliore utilizzo di questo importante strumento.
 
Programma:

10.00  Saluti introduttivi   
Carlo Corazza, Responsabile del Parlamento europeo in Italia
Antonio Parenti, Capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea

Modera: Andrea Gallo, FASI

10.10  La strategia europea
Paolo Gentiloni, Commissario europeo all’Economia

10.25  Il piano del Governo
Nunzia Catalfo, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali
Antonio Misiani, Vice Ministro all’Economia

10.45 Rilancio dell’occupazione e dell’economia: confronto tra Parlamento europeo e mondo del lavoro
Antonio Tajani, Parlamentare europeo, Presidente Commissione AFCO e della Conferenza dei Presidenti (tbc)
Maurizio Landini, Segretario Generale CGIL
Brando Benifei, Parlamentare europeo, capo delegazione PD 
Pierpaolo Bombardieri, Segretario Generale UIL
Ivana Veronese, Segretaria Confederale UIL
Elena Lizzi, Parlamentare europeo, membro Commissione EMPL, Lega
Luigi Sbarra, Segretario Generale Aggiunto CISL
Daniela Rondinelli, Parlamentare europeo, membro Commissione EMPL, Movimento 5 Stelle
Luca Malcotti, Vice Segretario Generale UGL
Pietro Fiocchi, Parlamentare europeo, membro Commissione ENVI, Fratelli d’Italia

12.00 Conclusioni
Irene Tinagli, Parlamentare europeo, Presidente Commissione ECON (06/11/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07