Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 28 marzo 2017
o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

Archivio trasmissioni / Italiani all'estero

ITALIANI ALL'ESTERO - STATI UNITI - GAUDIO/PD-USA) "IL PD E' ANCORA FORZA PROGRESSISTA, CON DEI VALORI. PECCATO CHE NON RIESCA A TENERE IL FOCUS SUI CONTENUTI." INTERVISTA AD ITALIAN NETWORK

  "MAGGIORE CHIAREZZA DIRIGENTI E ASCOLTO CIRCOLI PER EMERSIONE PERSONALITA' DI SPICCO. ALL'ESTERO LONTANI DALLE CORRENTI"

CAOS nella sinistra italiana ? Per parlarne siamo usciti fuori dai confini nazionali, rispondendo ad una logica europea, comunitaria, ed internazionale, alla luce degli oltre cinque milioni di connazionali all'estero. Italiannetwork/Italialavorotv ha incontrato Sergio Gaudio, fisico,  ricercatore impegnato nel progetto LIGO sulla ricerca delle onde gravitazionali nel gruppo delle Supernove, ma anche  Segretario del PD USA.

Precedente esperienza politica nel PD romano -  di certo non poca cosa per le “caotiche” vicende del partito democratico della capitale, Gaudio non nasconde di essere preoccupato ed anche – perchè no – perplesso di fronte alla situazione venutasi a determinare all'indomani dei risultati del Referendum Costituzionale. Referendum che, ricordiamolo, ha visto una prevalenza del si alle riforme fra gli italiani all'estero.

Oltre Atlantico le ragioni,  di certo non metafisiche della scissione del partito,  prima ventilata
e poi compiuta, e seguita nell'immediato da una vera e propria conflagrazione che ha coinvolto uomini e posizioni nella galassia della sinistra italiana, appaiono piuttosto “sfumate”.
Sì, sfumate  nella logica di un ideale politico forte e generoso che trova nel volontariato, accanto alle comunità italiane all'estero, la convinta ragion d'essere della maggioranza della dirigenza PD negli States, così come del resto in tutti i paesi all'estero. 

Lo  si evince con chiarezza di toni dall'intervista rilasciata ad Italiannetwork /Italialavorotv da Sergio Gaudio, residente in un Paese che pure attraversa una complessità di situazioni , dagli effetti talvolta drammatici, nel passaggio dall'era Obama all'era Trump.

“Abbiamo tenuto l'assemblea del partito con i segretari di circolo e gran parte della dirigenza del partito degli Stati Uniti. E' stata un'assemblea lunga perché ognuno di noi ha espresso le proprie preoccupazioni e delusioni rispetto a quello che sta succedendo in Italia” sottolinea  il Segretario del PD USA, stigmatizzando “La discussione del partito ci appare come  un prodotto dei personalismi all'interno della dirigenza nazionale che non piuttosto, come invece dovrebbe essere, un dibattito un po' più consistente, che serva a risollevare le sorti del paese. Ognuno di noi è rimasto abbastanza colpito, sia dai toni, dalle modalità, sia da tutto ciò che  è di  contorno a questa discussione. Quindi, abbiamo fatto un comunicato  ed un appello alla dirigenza nazionale cercando di sottolineare il fatto che esiste una seria necessità di chiarezza , in cui l'unità deve essere l'elemento su cui ragionare, soprattutto  per noi che viviamo negli Stati Uniti, dove  gli effetti del populismo di una destra assolutamente xenofoba e Trump sono  motivo di warning.”

Domanda: Emerge, quindi, l'idea di un PD autoreferenziale e autolesionista nelle sue varie componenti ?
“Assolutamente! E lo dicono in tanti. Ma è sempre stato un tratto della sinistra quello di non essere in grado di tenere l'unità  ed è un peccato perché in questo momento il PD credo che in Italia sia l'unico partito serio, a fronte della disgregazione della destra ed il movimento di Grillo  in crisi per i.......(06/03/2017-M.F.-ITL/ITNET)

(Data di inserimento online 2017-03-06 00:03)

Archivio | Requisiti tecnici | Download WindowsMediaPlayer Preleva l'ultimo Windows Media Player

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07