Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 24 luglio 2017
o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

Archivio trasmissioni / Italiani all'estero

ITALIANI ALL'ESTERO - VENEZUELA - ON.PORTA (PD/ESTERO) A MANIFESTAZIONE A ROMA:"NUOVA INIZIATIVA INTERNAZIONALE DELLA QUALE L'ITALIA PUO' ESSERE LEADER"

"Con le nostre iniziative parliamo per tutti coloro che non possono parlare" ad affermarlo il 20 maggio a P.zza Mazzini, una delle esponenti delle associazioni venezuelane ed Italo- Venezuelane che nel nostro Paese tengono desta l'attenzione delle istituzioni e della popolazione sul dramma che si sta consumando in Venezuela. Un dramma umanitario prima che economico e politico, come segnalano i manifesti distesi sui cespugli della Piazza romana, non lontana dai Tribunali.

Una manifestazione che si è tenuta  in concomitanza con molte altre manifestazioni in Italia, come a Caracas ed in altre capitali  del mondo. A stigmatizzarlo l'on. Fabio Porta, che sta seguendo personalmente, oltre che politicamente nel suo ruolo di Presidente del  Comitato per gli Italiani all'estero della Commissione Esteri della Camera dei Deputati, le vicende umane e politiche del Venezuela.

L'esponente, eletto nella fila del Partito Democratico dalla Circoscrizione Estero in Sud America, è intervenuto in nome della difesa dei diritti umani e civili in Venezuela e delle migliaia e migliaia di cittadini italiani e di origine italiana che vivono in Venezuela e che partecipano attivamente alla vita del Paese sud Americano.

"Un Paese - ha sottolineato un'altra testimone della drammatica situazione della popolazione italo/venezuelana - che in passato ha accolto tutti, permettendo a tutti di godere delle opportunità e delle ricchezze del Paese, ed ora e', dunque, tempo di ricambiare, perche' il Paese ha bisogno dell'intervento di tutti".

" A Roma, come a Caracas e in tutto il mondo, continuano le manifestazioni dei venezuelani e degli amici del Venezuela" ma - ha proseguito l'on.Porta - non è più il tempo delle parole e delle equidistanze: servono fatti concreti e una posizione chiara a sostegno di chi difende la democrazia e i diritti umani.

"Unione Europea e Nazioni Unite facciano sentire la loro voce, come già hanno fatto, in maniera ancora più forte e decisa. All’emergenza umanitaria e alla negazione del dialogo bisogna rispondere scegliendo il popolo venezuelano come interlocutore.

Quanto all'Italia, Porta ha sottolineato l'impegno in atto del Governo italiano: il rafforzamento della rete diplomatico-consolare ed il milione di euro per l’assistenza ai connazionali, annunciato dal Ministro degli Affari Esteri, Alfano.
L'impegno di istituzioni e di gruppi parlamentari, anche se - l'esponente del PD eletto all'estero - non ha mancato di evidenziare la polemica innescata dal Movimento 5 Stelle e da una certa sinistra che, in talune dichiarazioni hanno affermato il loro interesse nei confronti del "modello Maduro" .

"Per noi del Partito Democratico è un regime da condannare ! " ha affermato il parlamentare ed alla richiesta di ITALIANNETWORKTV /iTALIALAVOROTV su quali possibilita' ci siano di superare le criticità intervenute fra il Governo Maduro e la posizione dell'Italia, l'on.Porta ha risposto : "Finche' il governo Maduro continua a tenere dentro le carceri i detenuti politici, reprimere con la violenza le manifestazioni pacifiche e negare il “suffragio universale”, proponendo una “Costituente” sul modello cubano, nessuna. Occorre rispondere con una nuova iniziativa internazionale, della quale l’Italia può essere leader ".

Priorita' che i partecipanti alla manifestazione del 20 maggio a Roma reclamano a gran voce giacchè allo stesso Parlamento eletto dal popolo viene impedito di esprimere la volontà del popolo venezuelano. (20/05/2017-m.f.-ITL/ITNET)

(Data di inserimento online 2017-05-21 00:05)

Archivio | Requisiti tecnici | Download WindowsMediaPlayer Preleva l'ultimo Windows Media Player

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07