Direttore responsabile Maria Ferrante − domenica 27 novembre 2022
o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

Archivio trasmissioni / Formazione e Università

MUSEO DELLE MIGRAZIONI – IL V.MINISTRO DANIELI TRACCIA LE LINEE PORTANTI DELL’INIZIATIVA ITALIANA- SEMINARIO STUDENTI ARCHITETTURA ITALIANI E AUSTRALIANI

<a href="http://195.110.140.247/streaming/MUSEO1_228K.wmv" />

  Con il Seminario italo/australiano “Ipotesi progettuali sul museo delle migrazioni”, che si è tenuto oggi all’Istituto Diplomatico Mario Toscano, è stato concretamente dato il via al percorso per la realizzazione di “Museo” dedicato alla mobilità dei cittadini italiani nel mondo e…. non solo”.  Un luogo fisico, all’interno di un immobile già esistente di grandi dimensioni e di particolare pregio architettonico. Le probabilita’ che la scelta cada sul Palazzo della Civiltà e del Lavoro o sul Museo Pigorini a Roma sono sempre più insistenti, ha fatto presente il Vice Ministro, sen. Franco Danieli agli studenti italiani ed australiani, provenienti dalle Facoltà di Architettura dell’Ateno di Roma La Sapienza e della Adelaide University impegnati in un Workshop sulle  “Ipotesi progettuali sul Museo delle Migrazioni” a Roma.

  Il Vice Ministro,  che ha fortemente sostenuto in questi mesi la nascita del Museo,  di cui ha illustrato le specificità di una organizzazione dinamica, rivolta a quanto la memoria dell’emigrazione italiana ci ha lasciato in termini concreti (dai diari personali degli emigranti, alle lettere, agli statuti delle associazioni, alle fotografie, ai filmati….) ma rivolta al presente delle comunità e dei fenomeni migratori. Un luogo di incontri e dibattito della business  community ma anche  dei ricercatori italiani all’estero. Un sito dove la cultura immateriale (dai filmati, ai documentari, alle diverse espressioni culturali) , proveniente dalle nostre comunità all’estero, abbia luogo d’esistere e di essere valorizzata, conosciuta e studiata dalle generazioni di italiani che non l’hanno vissuta direttamente ma che nella condizione degli immigrati hanno un riflesso.

Particolare attenzione all’iniziativa è stata espressa dall’Ambasciatore Australiano a Roma, Amanda Vanstone, che dopo aver passato in rassegna le più recenti iniziative architettoniche australiane nel mondo ed i legami che uniscono l’Australia all’Italia  anche grazie alla presenza dei nostri connazionali, ha manifestato l’auspicio di una maggiore conoscenza delle rispettive culture in entrambi i Paesi.

  Un auspicio pienamente condiviso dal Sen. Nino Randazzo che nel suo intervento di saluto ai giovani ha sostenuto l’importanza dell’iniziativa  come punto di partenza di piu’ intensi rapporti fra l’Italia e l’Australia. In tale contesto per lo sviluppo di costanti relazioni culturali, economici e politici, l’esponente dell’Unione per la Ciscorscrizione Estero ha auspicato la nascita di un Istituto per le Relazioni fra Italia ed Australia, sulla falsariga dell’ISIAO (per i rapporti con i Paesi dell’Estremo Oriente)  e l’IILA (Istituto Italo Latino-Americano)..

Mentre, il Ministro Plenipotenziario Vincenzo Prati della Direzione Generale per i Paesi dell’Asia, Oceania, Pacifico ed Antartide, ha stigmatizzato la percezione dei due Paesi  nei confronti dell’altro ai diversi livelli e sul piano internazionale. (08/10/2007-ITL/ITNET)

(Data di inserimento online 2007-10-08 00:10)

Archivio | Requisiti tecnici | Download WindowsMediaPlayer Preleva l'ultimo Windows Media Player

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07