Direttore responsabile Maria Ferrante − mercoledì 20 settembre 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

CULTURA ITALIANA NEL MONDO - ITALIA 2017 - ALLEANZA TRA PUBBLICO E PRIVATO A SOSTEGNO PATRIMONIO CULTURALE FRIULI VENEZIA GIULIA: SOTTOSCRIZIONE PROTOCOLLO REGIONE/CONFINDUSTRIA UDINE

(2017-07-17)

Sottoscrivere un protocollo d’intesa per promuovere investimenti privati a tutela del patrimonio artistico del territorio. E’ questo l’obiettivo individuato oggi, a palazzo Torriani, nel corso di un incontro tra il presidente di Confindustria Udine, Matteo Tonon, e il presidente della Commissione Cultura del Consiglio regionale, Vincenzo Martines.

“La nostra Associazione – ha affermato Tonon - crede fermamente nei valori della cultura e nella necessità di tutelare e valorizzare il nostro patrimonio artistico. Per questo, il 10 marzo scorso aveva ospitato e promosso un confronto tra i diversi attori territoriali che condividono il medesimo obiettivo, approfittando anche dei nuovi strumenti normativi di settore, l’Art bonus soprattutto. Tanti sono i supporti che il mondo dell’impresa, anche singolarmente, già offre nell’ambito della tutela del patrimonio culturale del nostro territorio. Spesso sono fatti in silenzio, come è nella nostra natura, ma testimoniano come la responsabilità sociale d’impresa e il sostegno al territorio siano già scritti nel nostro Dna di imprenditori. Confindustria Udine, peraltro, è impegnata anche nella valorizzazione del proprio patrimonio, attraverso un progetto, quello dell’imminente riqualificazione della Torre di Santa Maria con relativo allestimento di un museo dell’industria, che restituirà alla città e al territorio un gioiello dell’architettura e un corpus espositivo rilevante”.

“Proprio a seguito del convegno di marzo in Confindustria, il Consiglio regionale – spiega Martines – ha approvato ad aprile un Ordine del giorno, da me proposto, volto a promuovere la sottoscrizione di un Protocollo d’intesa per la definizione di strategie e modelli di collaborazione finalizzati a catalizzare investimenti privati nel settore della tutela e della valorizzazione dei beni culturali del Friuli Venezia Giulia e, in particolare, per la realizzare un sistema integrato tra Istituzioni e mecenati che consenta l’individuazione delle proposte su cui raccogliere le sottoscrizioni per l’Art bonus”.

Il protocollo, dunque, sarà sottoscritto dalla Soprintendenza archeologica belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia e da Confindustria Udine, con l’idea di estenderlo anche alle Fondazioni bancarie e agli Ordini professionali.

“Con questo documento - spiega Martines – si cercherà di mettere a fattor comune l’impegno dei soggetti pubblici e privati. Il patrimonio culturale, infatti, rappresenta un valore identitario in sé, ma è anche un formidabile strumento per la crescita del turismo e del tessuto imprenditoriale, produttivo e professionale della nostra regione, che può e deve coinvolgere diversi attori”.

“La tutela del patrimonio culturale – ha concluso Tonon - è un valore in sé, ma in alcuni casi è anche un biglietto da visita e un canale d’accesso privilegiato ad altre realtà per il mondo delle imprese, come ha dimostrato la collaborazione sviluppata con la Fondazione Aquileia in occasione della mostra Leoni e tori dell’antica Persia. Dobbiamo perciò continuare un percorso di collaborazione con tutti gli attori, pubblici e privati, per far sì che questo percorso virtuoso possa consolidarsi in una buona prassi e possa generare sempre più componenti di valore positivi. La firma del protocollo va proprio in questa direzione”. (17/07/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07