Direttore responsabile Maria Ferrante − mercoledì 3 giugno 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

CULTURA AL TEMPO DEL CORONAVIRUS - EUROPA - DECISE DAI MINISTRI CULTURA MISURE PER SUPPORTARE SETTORE CULTURALE E CREATIVO

(2020-04-09)

I ministri della cultura hanno esaminato, nel corso di una video conferenza,  le conseguenze della pandemia di COVID-19 sul settore culturale e creativo e hanno discusso delle possibili misure per mitigare gli effetti negativi della crisi.

La videoconferenza è stata organizzata su iniziativa della presidenza croata e presieduta da Nina Obuljen Koržinek , ministro della cultura croato, con la partecipazione di V?ra Jourová , vicepresidente della Commissione europea per i valori e la trasparenza,  Mariya Gabriel , commissario per l'innovazione, la ricerca, Cultura, istruzione e gioventù e Thierry Breton , commissario per il mercato interno.

Gli Stati membri e i rappresentanti della Commissione europea si sono scambiati opinioni sulle misure attuate al fine di mitigare gli impatti negativi della crisi e le misure che dovrebbero essere adottate a livello europeo.

"La discussione odierna ha mostrato che tutti gli Stati membri hanno adottato le misure necessarie per aiutare artisti, operatori culturali, istituzioni culturali e aziende delle industrie culturali e creative in situazioni in cui gli eventi culturali vengono rinviati o cancellati." ha affermato Nina Obuljen Koržinek, ministro della cultura della Croazia.
" Abbiamo anche discusso di come il pubblico consumi contenuti culturali su varie piattaforme online durante l'isolamento. Siamo tutti di fronte alle stesse sfide e sono convinto che i risultati del dibattito odierno ci aiuteranno a far fronte a questa crisi e alle sue conseguenze sulla cultura, sia a livello europeo che nei Stati ".

Mentre, il vicepresidente della Commissione europea, Vera Jourová, ha sottolineato che le azioni e le reazioni devono essere globali. Il vicepresidente ha sottolineato in particolare l'importanza del settore dei media, il lavoro professionale dei giornalisti e la responsabilità dei media nel prevenire notizie false e disinformazione.

Il commissario Thierry Breton ha presentato le misure già attuate dalla Commissione europea. Ha inoltre delineato una serie di misure già adottate per il mercato interno e ha osservato che l'industria dei media e degli audiovisivi svolge un ruolo molto importante durante la crisi, sottolineando la necessità di un'azione immediata.

Il commissario Gabriel ha presentato le attività già avviate dalle associazioni europee, dagli Stati membri e dalla Commissione europea nei settori culturali e creativi incentrati sulla riduzione al minimo delle conseguenze negative della pandemia per i cittadini.

La Commissione europea ha assicurato finanziamenti attraverso il Fondo sociale europeo, il Fondo di coesione, il modello di aiuti di Stato e il modello SURE. Ha sottolineato la necessità di un approccio flessibile ai beneficiari del programma Europa creativa.

I ministri hanno accolto con favore la reazione rapida ed efficiente della Commissione, nonché l'annuncio di ulteriori misure e programmi in risposta alla pandemia di COVID-19.
I regolamenti attuati hanno temporaneamente evitato una maggiore crisi e sono state attuate importanti misure.
E gli Stati membri dell'UE hanno convenuto che tutte le misure straordinarie dovrebbero essere coerenti con i valori fondamentali dell'Unione europea. Infine, i ministri hanno accolto con favore l'organizzazione delle videoconferenze e la necessità di una regolare condivisione delle informazioni. (09/04/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07