Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 23 ottobre 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

IMMIGRAZIONE - ON.PICCHI (LEGA/ESTERO-COMMISS.OSCE PA) IN VISITA AL CENTRO ACCOGLIENZA "LA TINAIA":"SISTEMA ACCOGLIENZA AL COLLASSO, VERA E PROPRIA INDUSTRIA"

(2017-05-15)

Il Sindaco Susanna Ceccardi e l'Onorevole Guglielmo Picchi, vicepresidente commissione migranti dell’OSCEPA,  hanno visitato nella mattinata di venerdì scorso il centro la Tinaia. Così una nota dell'on. Picchi, eletto dalla Circoscrizione Estero, oggi parlamentare della Lega.

"La struttura, di proprietà privata - segnala Picchi -  è nota per essere al centro, da oltre un anno, di un lungo braccio di ferro: da una parte, la Prefettura, che utilizza il centro per ospitare, con l'ausilio di una cooperativa, oltre 70 migranti provenienti da diversi paesi. Dall'altra, la cittadinanza, e i residenti del luogo in particolare che, insieme all'Amministrazione Comunale guidata dalla Ceccardi, si sono sempre opposti a tale insediamento.

"La prima notizia è che mi hanno fatto entrare-ha dichiarato il Sindaco Ceccardi - e la cosa, visti i precedenti, non era così scontata. Abbiamo visitato la struttura nel suo complesso, coadiuvati da due tecnici del Comune, allo scopo anche di valutare se l'utilizzo della struttura, così come avviene oggi da parte della cooperativa, è coerente con la destinazione urbanistica vigente. Per il resto - continua la Ceccardi- la visita guidata ed organizzata dai gestori ci ha illustrato le attività che quotidianamente svolgono i richiedenti asilo, oltre 70. Nulla di particolare, su quest'aspetto. ma come detto, l'Amministrazione Comunale si riserva di analizzare meglio con i propri dipendenti- chiude il Sindaco- la questione strutturale dei due fabbricati posti di fronte all'edificio principale, sia per una questione di sicurezza di chi vi alloggia, sia perchè, di fronte alle norme, non ci sono cittadini di serie A o serie B"

“Riporterò alla commissione dell’OSCE PA sui migranti la relazione su quanto ho visto – commenta Picchi - sul sovraffollamento e di come l’accoglienza si sia trasformata in una vera e propria industria che drena risorse pubbliche notevolissime. Il sistema di accoglienza italiano è al collasso, costa troppo e non riesce a garantire accoglienza per tutti e soprattutto dove finiscono i migranti che escono da centri come la Tinaia. Ciò che è poi veramente intollerabile è la disparità di trattamento che subiscono gli Italiani con i profughi liberi di giocare a calcio tutto il giorno con 3 pasti al giorno, assistenza medica domiciliare e vestiti gratuiti in strutture abusive. Tutto questo deve finire".(15/05/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07