Direttore responsabile Maria Ferrante − mercoledì 22 novembre 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI ALL'ESTERO - CGIE - AL VIA RILANCIO CONSIGLIO GENERALE ITALIANI ALL'ESTERO: DAL GOVERNO FONDI PER ASSEMBLEA STRAORDINARIA . SCHIAVONE "QUESTIONE EMIGRAZIONE DI ATTUALITA' PER IL PAESE"

(2017-07-14)

  Una tabella di marcia affollata di impegni per il Comitato di Presidenza del Consiglio Generale degli Italiani all'estero, che è stato ricevuto - come ormai è consuetudine - dal Comitato per le Questioni degli italiani all'estero del Senato; ha incontrato, assieme ai rappresentanti delle Regioni,  il Sottosegretario agli Affari Esteri con delega per gli Italiani all'estero Enzo Amendola, dal quale ha ascoltato una corposa relazione sullo statu quo dei molteplici temi all'ordine del giorno, presenti il Direttore generale per gli italiani  all'estero e le Politiche Migratorie Luigi Maria Vignali ed i parlamentari eletti dalla Circoscrizione Estero. Per finire nell'ultima giornata con l'incontro del rappresentante del Consiglio dei rumeni all'estero ed in ultimo avere un primo confronto operativo  con il rappresentante del Ministero del Lavoro, delegato dallo stesso Ministro Giuliano Poletti alla luce della ripresa dei consistenti flussi di italiani che si trasferiscono all'estero alla ricerca del lavoro.

Quali gli esiti di questa tre giorni romana  ? 

Sul piano della concretezza materiale :  la conferma da parte del Sottosegretario Amendola di  una integrazione al capitolo di Bilancio 2017 pari a 308.000 per "l'adeguata operatività del CGIE", consentendo così "di disporre di fondi sufficienti a convocare, prima della fine dell'anno, di una seconda riunione dell'Assemblea Plenaria - straordinaria - e del Comitato di Presidenza e di una tornata di Commissioni Continentali"
Altro impegno sul quale è pressante l'attenzione del CGIE nell'ambito di una dimensione di sistema del tema migratorio: la Conferenza Stato/Regioni -Province Autonome CGIE, dalla quale dovrebbero scaturire le linee d'azione dei prossimi anni.

Conferenza dei giovani: trascorsi poco meno di dieci anni dalla prima Conferenza mondiale, il CGIE torna ad interrogarsi sulla possibilità di coinvolgimento dei giovani - il cui numero è cresciuto considerevolmente se si guarda alle nuove mobilità, alle seconde e terze  generazioni ed agli oriundi.  Di qui l'impegno della Commissione Migrazioni e Generazioni Nuove che ha disposto un "modulo" diffondendolo nel contesto delle comunità per acquisire indicazioni  circa le loro aspettative .

In particolare, l'attenzione è proiettata, comunque, sulle nuove mobilità e sulle nuove professionalità, che pur caratterizzando diversamente la nuova dalla vecchia emigrazione , purtroppo non prescinde dalle difficoltà che tradizionalmente pesano sui processi migratori e di integrazione socio-economica dei Paesi di accoglienza.  Ed è in questo contesto che il CGIE intende dare il proprio contributo attraverso gli enti italiani  presenti nei Paesi di arrivo, quale garanzia dei diritti dei connazionali all'estero, accogliendo e rilanciando diffusamente le best practice poste in essere in diversi Paesi attraverso progetti maturati nell'ambito dei Comites con il concorso della Direzione Italiani all'Estero del Ministero degli Affari esteri o dalle stesse Ambasciate e Consolati.

Su questa linea il raccordo con  il Ministero del lavoro alla luce dell'interesse e dell'impegno assunto dal Ministro del Lavoro e Sicurezza Sociale, Giuliano Poletti, nel corso del convegno promosso alla Camera nello scorso mese di marzo e l'incontro di questo pomeriggio con il Direttore Generale  dell'immigrazione e delle politiche di integrazione del Ministero del Lavoro Tatiana Esposito.

Meno praticabile, invece, appare l'intenzione espressa dal Comitato di sovvenire gli stessi giovani prima dell'approdo  all'estero con progetti  mirati sia  all''approccio linguistico che agli aspetti burocratici  con i quali dovranno confrontarsi quotidianamente nei Paesi prescelti.  Elementi ed indicazioni che sono, tuttavia, al centro dell'attenzione di siti web e dei vari social, è stato detto nel corso dell'incontro con la rappresentante del Ministero del lavoro-  spesso risultato di impegno volontaristico e casuale, quando non - purtroppo -  di  opportunismo commerciale.  Progetti informativi in materia sono, in diversi casi, patrimonio anche dei Comites e del mondo dell'Associazionismo italiano. Un maggior impegno e diffusione in quest'ambito potrebbe rappresentare comunque un opportuno ed utile aiuto.

Infine, la previsione di un Seminario sulle donne italiane in emigrazione - che segue l'assise del 1987 "Donna in emigrazione"  organizzato dal Ministero degli Affari esteri e dal Consiglio generale degli italiani all'estero con la collaborazione della Commissione Nazionale per la Parità e le Pari Opportunità tra Uomo e Donna e il Dipartimento per gli Italiani nel Mondo della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero per le pari opportunità, la Regione Lazio e il Comune di Roma.
L'iniziativa dovrebbe svolgersi in concomitanza con l'Assemblea Plenaria entro la fine di quest'anno, anch'essa alla luce degli attuali sviluppi del flusso migratorio italiano che vede l'uscita dall'Italia di un sempre maggior numero di donne professionalizzate - giovani e meno giovani - oltre che di intere famiglie, anche in aree geo-politiche dove non sono presenti comunità italiane consolidate nel tempo. Si pensi ai Paesi dell'Estremo Oriente.
Il Seminario vedrà - nelle intenzioni del Comitato di Presidenza - la partecipazione del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alle Pari Opportunità Maria Elena Boschi.

I tre appuntamenti (Stato Regioni, Conferenza Giovani e Seminario donne) dovrebbero ora registrare la nascita  dei relativi Comitati  preparatori, cui prenderanno parte le Commissioni tematiche di riferimento e la partecipazione di rappresentanti  istituzionali e sociali, alla luce delle indicazioni che emergono dall'intensa attività condotta in rete dalle stesse Commissioni.(14/07/2917-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07