Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 19 ottobre 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

IMMIGRAZIONE - ORGANIZZAZIONE MONDIALE DEL LAVORO PROMUOVE UN WORLD PRESS CONTEST 2017 IN ATTESA DELL'ACCORDO MONDIALE SUL RIFUGIATO

(2017-08-03)

  L'obiettivo del concorso bandito questi giorni dall'OIL  è quello di incoraggiare la segnalazione di manodopera di  qualità nell'ambito dell'immigrazione. Un mezzo per controbattere la narrazione di alcuni importanti media  basate su percezioni errate per quanto riguarda la nazionalità, origine nazionale, sesso o stato di migrante che rafforza pregiudizi, intolleranza e stigma al posto dei lavoratori migranti e delle loro famiglie.

Senza ignorare gli aspetti negativi (ad esempio, la realtà è spesso difficile a causa di sfruttamento e violazioni dei diritti umani e dei diritti sul posto di lavoro), i candidati sono inoltre invitati a mettere in evidenza il contributo positivo che i lavoratori migranti danno ai paesi di origine, transito e destinazione, così come gli elementi chiave come fiera di reclutamento.

Il World Press Contest 2017, dedicato alla migrazione dei lavoratori farà parte della campagna delle Nazioni Unite INSIEME progettata per incoraggiare l'azione globale e promuovere la non discriminazione e la lotta contro il problema della crescente xenofobia nei confronti dei rifugiati e dei migranti. I 193 stati membri dell'ONU si sono impegnati a condurre la campagna INSIEME, che si concluderà alla fine del 2018, quando l'Assemblea generale delle Nazioni Unite dovrebbe adottare il Global Compact per la migrazione sicura, legale e giusta e il Patto mondiale del rifugiato.

Il concorso della stampa mondiale nel 2017 sui lavoratori migranti è organizzata dall'Organizzazione Internazionale del Lavoro, in collaborazione con l'International Trade Union Confederation, l'Organizzazione internazionale dei datori di lavoro, l'Ufficio dei diritti delle Nazioni Unite l'uomo, la Federazione internazionale dei giornalisti, Equal Times, Centro di solidarietà, Human Rights Watch e Migrant Forum in Asia e l'OIL Centro Internazionale di formazione.

Il concorso  termina il 27 ottobre 201 7.

I giornalisti professionisti sono invitati a presentare un massimo di due opere in una delle due categorie:
L'articolo (a stampa o online) realizzato con  foto, lavoro audio, video lavoro
Gli articoli non devono superare 8000 parole e le opere video / multimediali non devono superare i 10 minuti. Solo opere pubblicate tra il 1 gennaio 2016 e 27 ottobre, 2017 potranno beneficiare di questo concorso.

Opere presentate devono affrontare una delle due seguenti aree tematiche : i) le questioni relative alla migrazione del lavoro (il contributo dei lavoratori migranti allo sviluppo economico e sociale dei paesi di origine e di destinazione, la protezione dei loro diritti del lavoro, il riconoscimento delle loro competenze, la loro integrazione nel mercato del lavoro, la protezione sociale, i lavoratori migranti in situazione irregolare, le loro condizioni di lavoro - in particolare il loro trattamento, l'orario di lavoro, la salute e la la sicurezza, i lavoratori migranti nell'economia informale, i diritti sindacali, il lavoro forzato, lavoro minorile e le situazioni di traffico); ii) l'equa assunzione di lavoratori migranti (ispirato ai principi generali e le linee guida operative per la fiera di reclutamento ).

I rifugiati e gli sfollati, impiegati come lavoratori in un altro paese diverso dal proprio, sono considerati lavoratori migranti. Pertanto, saranno accettate osservazioni che riguardano i migranti internazionali del lavoro ed i rifugiati (che fanno parte di un mercato del lavoro diverso da quello del proprio paese d'origine).

I quattro vincitori (uno per categoria e argomento) riceveranno 1.000 dollari ciascuno. Le opere vincitrici saranno presentate sul sito web dell'ILO e ampiamente diffusi come esempi di giornalismo di qualità.

Per partecipare, completare il modulo online prima del 27 Ottobre 2017 (ore 23:59 CET, al più tardi). Le opere sono accettate in tre lingue: inglese, francese e spagnolo. Le opere in altre lingue saranno accettati solo se il candidato ha inviato una traduzione fedele in una di queste tre lingue. I vincitori saranno annunciati ufficialmente il 18 dicembre, in occasione della Giornata Internazionale dei Migranti.

Per ulteriori informazioni  scrivere al seguente indirizzo: Labour-Migration-Media-Competition@ilo.org 

Un gruppo di cinque giudici illustri valuterà le dieci migliori opere di ogni categoria. La decisione dell'OIL e dei giudici su tutti gli aspetti del concorso è definitiva e inappellabile in qualsiasi fasea. L'ILO incoraggia i giornalisti a presentare opere che coprono vari aspetti della migrazione del lavoro e, per quanto possibile, in modo da riflettere le diverse parti in causa: governo, datori di lavoro, sindacati e lavoratori migranti.

Oltre a controllare se le prove  in concorso sono coerenti con l'etica fondamentali del giornalismo, tutti i lavori saranno giudicati in base ai seguenti criteri:

creatività :
Contribuisce a una migliore comprensione delle questioni relative alla migrazione del lavoro e la situazione dei migranti e dei rifugiati nel mercato del lavoro, così come le questioni relative alla equa assunzione di lavoratori migranti;
Riflette il punto di vista delle diverse parti interessate (lavoratori migranti, autorità, datori di lavoro e sindacati);
soluzioni creative presenti per far fronte alle sfide per la tutela del lavoro e l'integrazione nel mercato del lavoro (ad esempio, confrontando la situazione, se possibile, prima e dopo l'introduzione di una nuova normativa, una nuova politica migratoria, accordo bilaterale, ecc);
Aiuta a combattere contro gli stereotipi, la xenofobia e la discriminazione nel mercato del lavoro;
In particolare, per quanto riguarda la prima area tematica:
Rappresenta il contributo dei migranti allo sviluppo economico e sociale dei paesi di origine e di destinazione (ad esempio, soddisfare le esigenze di lavoro e competenze a tutti i livelli di competenza, contribuendo alla sostenibilità dei sistemi sicurezza sociale, rafforzamento dello scambio di conoscenze, tecnologie, competenze e legami di mercato, e partecipando alla creazione di posti di lavoro non solo come consumatori di beni e servizi e dei contribuenti, ma anche come micro edili);
Mette in evidenza i successi e le pratiche positive per quanto possibile, di presentare i risultati positivi di una governance equa della migrazione del lavoro (ad esempio, attraverso la promozione dei principi di non discriminazione e di parità Parità / trattamento a base di norme dell'OIL, nonché l'integrazione nel mercato del lavoro, riconoscimento delle competenze e tutela del lavoro di tutti i lavoratori migranti e dei loro familiari);
Mostra i problemi di migrazione di manodopera per quanto riguarda la mancanza di un lavoro dignitoso e la mancanza di protezione sociale, la situazione dei lavoratori migranti in situazione irregolare, le loro condizioni di lavoro (in questioni particolari i loro salari, orari di lavoro e la salute e sicurezza sul lavoro), i lavoratori migranti nell'economia informale, la mancanza di diritti sindacali, e dei migranti in lavoro forzato, lavoro minorile, e si occupa di situazioni e lavoratori migranti subiscono discriminazioni, il razzismo e la xenofobia;
Per quanto riguarda in particolare la seconda area tematica, i candidati sono invitati a:
Fare riferimento alle norme internazionali del lavoro in materia di equa assunzione, in accordo con l'iniziativa dell'OIL per il reclutamento equo;
Pensate gli effetti delle condizioni di assunzione eque di lavoro e di vita dei lavoratori migranti.

precisione :
Raccoglie elementi di prima mano;
Include una traduzione in inglese, francese o spagnolo, che deve essere fedele all'originale, se parte o tutto il lavoro è presentato in un'altra lingua;

protezione :
Protegge i gruppi vulnerabili, le fonti e gli altri elementi sensibili del racconto di non fornire informazioni inutili, che potrebbe danneggiare (compresi gli identificatori visivi, nomi, luoghi, ecc);

Utilizza una terminologia basato sui diritti;
I partecipanti che usano il termine "clandestino" nel loro lavoro sarà squalificato perché si ritiene che la frase "stigmatizzato" migranti e le loro famiglie. I partecipanti sono invitati a utilizzare le seguenti espressioni "senza documenti", "i lavoratori migranti in situazione irregolare", "irregolari" o "immigrati senza documenti".
Si prega di fare riferimento al Glossario contenute nel sito web dell'ILO per conoscere meglio i termini sulla base dei diritti e la terminologia che il sostegno delle Nazioni Unite: http://www.ilo.ch/global/topics/labour -Migration / pubblicazioni / WCMS_310235 / lang - it / index.htm  (Solo in inglese).(03/08/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07