Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 14 agosto 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

IMMIGRAZIONE - OPZIONE GIORDANIA - ACCORDO OIL UNHCR PER CREAZIONE POSTI DI LAVORO RIFUGIATI SIRIANI

(2018-07-26)

  L'Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) e l'Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR) hanno firmato una lettera di intenti ad Amman il 16 luglio per rafforzare la promozione di un lavoro dignitoso per Rifugiati siriani e le loro comunità di accoglienza in Giordania. La lettera si basa sul Global Memorandum of Understanding firmato da entrambe le agenzie nel 2016,  incentrato su soluzioni durature per i rifugiati e altri sfollati a causa di conflitti e persecuzioni.

Il documento delinea i modi in cui le due agenzie miglioreranno la loro collaborazione e il coordinamento delle loro attività congiunte riguardanti l'accesso ai rifugiati e alla comunità di accoglienza per il lavoro dignitoso nel paese. Ha ricordato la necessità di garantire la protezione dei rifugiati in tutte le loro attività, conformemente ai principi della protezione internazionale e delle norme internazionali del lavoro.

L'ILO e l'UNHCR stanno già lavorando a stretto contatto su questioni relative all'occupazione, in particolare con gli uffici di  collocamento nei campi di Zaatari  e Azraq  ,  ma anche per il coordinamento delle attività di sussistenza e della gestione dei mezzi di sussistenza. conoscenza.

Un'altra priorità identificata dalla lettera è quella di continuare a lavorare a stretto contatto con le istituzioni e le organizzazioni locali per affrontare le sfide che i rifugiati e le comunità locali affrontano nel mercato del lavoro.

Questa collaborazione fa parte dell'ampia risposta internazionale alla crisi dei rifugiati siriani  , su richiesta del governo giordano, per aiutare sia i rifugiati siriani che le comunità locali che li ospitano.

Patrick Daru, coordinatore nazionale dell'OIL per la Giordania, ha dichiarato: "Apprezziamo l'eccellente collaborazione che abbiamo avuto con l'UNHCR per diversi anni nell'ambito dell'assistenza delle Nazioni Unite nell'attuazione del Patto giordano. . L'OIL ha adottato un programma di sostegno al Patto giordano incentrato sullo sviluppo e l'occupazione per rispondere alle esigenze di creazione di posti di lavoro a breve termine e colmare le lacune preesistenti nel mercato del lavoro giordano, in termini di qualità e quantità di posti di lavoro disponibili.

Nel 2016, il governo della Giordania ha accettato di concedere ai rifugiati siriani l'accesso a determinate professioni del mercato del lavoro, in cambio di un migliore accesso dei prodotti giordani al mercato europeo, prestiti agevolati e maggiori investimenti esteri nell'economia. il paese. Ciò ha portato alla creazione di posti di lavoro per i rifugiati siriani in Giordania, contribuendo nel contempo agli obiettivi di sviluppo a lungo termine. Al 30 giugno 2018, non meno di 100.000 permessi di lavoro erano stati rilasciati ai rifugiati siriani e rinnovati.

In Giordania, l'UNHCR ha svolto attività di sussistenza per i rifugiati e ha ampliato lo spazio di protezione per rendere prioritario il lavoro dignitoso; collabora con le agenzie di sviluppo e il settore privato per promuovere la creazione di opportunità economiche per i rifugiati e per i giordani ", ha affermato Stefano Severe, rappresentante dell'UNHCR in Giordania. "L'UNHCR si è mobilitato per raggiungere i rifugiati e promuovere progetti di sostentamento, identificando le competenze, promuovendo il coordinamento e la consapevolezza e promuovendo l'artigianato e l'artigianato".

Tra le attività che le agenzie devono attuare vi è la regolare condivisione di informazioni sulle questioni sollevate dalle popolazioni di rifugiati sul diritto al lavoro, ai mezzi di sussistenza e alla mobilità professionale; collaborazione sui servizi di collocamento per i rifugiati; e mobilitazione congiunta per estendere il diritto al lavoro dei rifugiati e promuovere soluzioni innovative per l'ulteriore formalizzazione del mercato del lavoro. (26/07/2018-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07