Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 24 maggio 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ECONOMIA E FINANZA - EUROPA A 7: ENTRATE TRIBUTARIE INTERNAZIONALI : ANALISI GENNAIO 2019, ENTRATE IVA 2019

(2019-04-03)

  Il Dipartimento Finanze del Mef ha pubblicato il Bollettino delle Entrate Tributarie internazionali dell’intero anno 2018 e il Bollettino delle Entrate Tributarie internazionali di gennaio 2019.

Il “Bollettino delle Entrate Tributarie Internazionali” contiene un’analisi comparata dell’andamento delle entrate tributarie in Francia, Germania, Irlanda, Italia, Portogallo, Regno Unito e Spagna. La fonte delle informazioni è la serie di bollettini mensili pubblicati sui siti istituzionali delle Amministrazioni competenti dei paesi europei oggetto di analisi.

Nella prima sezione si confrontano gli andamenti tendenziali del totale delle entrate e delle entrate derivanti dall’imposta sul valore aggiunto nei vari paesi. Inoltre, per ognuno dei paesi, si osserva il livello di gettito rilevato mensilmente.

ENTRATE TRIBUTARIE: ANALISI PER PAESE GENNAIO 2019

Nel primo mese del 2019 l’andamento delle entrate tributarie presenta una significativa variabilità tra i Paesi, come già osservato nel corso del 2018.

Aumenta il gettito tributario del Portogallo (+20,3%) che mostra un tasso di variazione tendenziale superiore alla media del 2017.
Positiva risulta la dinamica del gettito tributario del Regno Unito, con un aumento tendenziale dell’11%.

Per la Francia si osserva una flessione (-25,2%),in linea con la dinamica osservata lo scorso anno.

La Germania continua a mostrare un andamento favorevole delle entrate (+2,4%), evidenziando però un rallentamento della dinamica osservata nel 2018.

In Irlanda il gettito segna un incremento tendenziale (+7%), confermando la costante crescita da marzo 2014.

In Italia il gettito tributario mostra un incremento del 2,7%, in linea con la media osservata nei primi mesi del 2018.

La Spagna registra una variazione positiva (+7,5%), perfettamente in linea con la media dell’ultimo semestre.

ENTRATE IVA 2019

I.2 Entrate IV
Il gettito IVA nel mese di gennaio 2019 fa registrare:

- un incremento per il Portogallo (+15,9%), l’Irlanda (+11,7%), l’Italia (+10,8%), Regno Unito  (+5,6%), la Francia (+2%) e la Germania (+0,9%);
- una flessione per la Spagna (-4,7%).

Analogamente agli andamenti registrati per il totale del gettito tributario, disomogeneità tra i vari Paesi si osservano anche in relazione all’andamento dell’IVA: la forbice tra la flessione registrata in Spagna (-4,7%) e la crescita osservata in Portogallo (+15,9%) è pari a 20,6 p.p..

In particolare, cresce a un ritmo superiore alla media del 2018 il gettito IVA di Portogallo (+15,9%), Irlanda (+11,7%) e Italia (+10,8%).

In aumento anche le entrate IVA di Germania (+0,9%) e Francia (+2%), seppure i tassi di crescita siano più contenuti rispetto alla media dello scorso  anno.

Il Regno Unito (+5,6%) mostra un incremento tendenziale, in linea con l’andamento medio del 2018.


I.3 Francia
Le entrate tributarie, al netto dei rimborsi e degli sgravi fiscali, mostrano una flessione di circa 6,4 miliardi
di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso (-25,2%), per effetto dell’andamento negativo dell’imposta sui redditi da lavoro e delle imposte sulle società (-32,9%). Mentre è in aumento il gettito
IVA (+2%). Tra le imposte indirette diminuisce il gettito dell’accisa sui consumi dei prodotti energetici
di circa 100 milioni di euro rispetto al medesimo periodo del 2018 (-6,7%).

I.4 Germania
In Germania si registra un incremento delle entrate tributarie (al netto delle imposte locali) del 2,4% Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
Questo risultato riflette l’andamento positivo dell’imposta sui salari (+6,7%) e dell’imposta sul valore aggiunto (+0,9%). Negativo il risultato dell’imposta sulle società (+57,7%). Negativa anche la variazione del gettito derivante da altre imposte indirette come l’accisa sui prodotti alcolici (-2,4%), l’imposta sulle assicurazioni (-3,8%), l’imposta sull’energia elettrica (-1,7%) e l’imposta speciale sul tabacco (-25,7%). Positivo il gettito dell’imposta sui motoveicoli (+1,5%).


I.5 Irlanda
Le entrate tributarie aumentano del 7% rispetto allo stesso periodo del 2018, per effetto  dell’andamento positivo del gettito sia delle imposte sui redditi delle persone fisiche (+7,6%) sia  dell’imposta sul valore aggiunto (+6,5%). Negativo invece il risultato dell'imposta sulle società. Tra le altre imposte indirette, le accise mostrano una flessione del 2,9%; positivo invece l’andamento dell’imposta di
bollo (+13,7%).

I.6 Italia
Si registra un incremento tendenziale del gettito (+2,7%), per effetto del risultato positivo osservato sia per le imposte dirette (+1,8%) sia per le imposte  indirette (+4,6%). Aumenta il gettito dell’IVA (+10,8%). Tra le altre imposte indirette si registra un incremento dell’imposta sul consumo dei tabacchi
(+2,9%), dell’accisa sugli oli minerali (+2,9%) e dell’accisa sull’energia elettrica (+5,3%). Negativo invece il risultato dell’imposta di bollo (-26,4%) .

I.7 Portogallo
Il gettito tributario segna un incremento del 20,3%, per effetto dell’andamento positivo delle entrate sia
dell’imposta sui redditi delle persone fisiche (+7,6%) sia dell’imposta sui redditi delle società (+84,5%) sia
dell’IVA (+15,9%). Crescono le altre imposte indirette e in particolare l’imposta di bollo (+5,1%), l’imposta sui veicoli (+29,1%), le accise sul tabacco (+213%) e sui prodotti petroliferi ed energetici (+48,9%). Negativo il gettito delle le accise sui prodotti alcolici (- 15,6%).

I.8 Regno Unito
Le entrate tributarie segnano un aumento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (+11%),  mostrando una accelerazione della dinamica osservata negli ultimi anni. Tale risultato riflette l’andamento
positivo del gettito sia delle imposte dirette (+14%) sia delle imposte indirette (+6,4%). In particolare, si
segnala un incremento del gettito dell’imposta sul valore aggiunto (+5,6%).

I.9 Spagna
Le entrate tributarie mostrano un incremento tendenziale complessivo pari al 7,5%, dovuto alla crescita
del gettito delle imposte dirette (+15,2%). Invece è negativo l’andamento delle imposte indirette (-2,9%).
In particolare, si registra un incremento sia per l’imposta sulle persone fisiche (+7,1%) sia per l’imposta
sulle società (+9,3%). In flessione il gettito IVA (-4,7%). Tra le altre imposte indirette, si osserva un incremento del gettito delle accise sulla birra (+4,6%) e delle imposte speciali sul tabacco (+12,4%). Mostra invece una variazione negativa il gettito delle imposte sui prodotti alcolici (-13,4%) e delle imposte sugli idrocarburi (-1,5%).
(03/04/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07