Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 19 luglio 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ECONOMIA E FINANZA - EUROPA A 7: ENTRATE TRIBUTARIE INTERNAZIONALI : POLITICA FISCALE NEI PAESI UE:

(2019-04-04)

  La seconda sezione del Bollettino delle Entrate Tributarie internazionali del Dipartimento Finanze del Mef  pubblicate dal MEF (vedi: http://www.italiannetwork.it/news.aspx?ln=it&id=57528)  è dedicato all’approfondimento delle riforme fiscali adottate in alcuni paesi dell’Unione Europea e al commento di alcuni indicatori internazionali di tassazione. In particolare, per i paesi oggetto di analisi, il presente report propone un focus sulle principali misure fiscali contenute nelle rispettive Leggi di Bilancio per il 2019.

SPAGNA
Principali novità fiscali per il 2019
Il progetto di Legge sul Bilancio spagnolo (Proyecto de Ley de Presupuestos Generales del Estado) non è stato ancora approvato. Tuttavia a fine dicembre sono stati approvati due decreti che hanno un impatto in ambito tributario.

Real Decreto-Ley 27/2018
IRPF (Impuesto de Renta sobre las Personas Fisicas)
Per agevolare le famiglie con figli, il decreto ha previsto l'esenzione dal pagamento dell’imposta personale sulle prestazioni di maternità e di paternità erogate dal sistema di sicurezza sociale. Il provvedimento ha valore per gli anni ancora non prescritti. La richiesta per il rimborso corrispondente può essere elaborata presso l'AEAT (Agencia Estatal de Administración tributaria).

Regimen Estimacion objetiva

Estimaciòn objetiva: i limiti di esclusione dalla tassazione ordinaria sono prorogati per il 2019 con le soglie stabilite per gli anni 2015, 2016 e 2017. Viene stabilito, invece, un nuovo termine di revoca per l'anno 2019 per passare da un sistema di tassazione ad un altro: un mese a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione nella BOE13 del Real Decreto-Ley 27/2018.

IVA
I limiti quantitativi che delimitano il campo di applicazione del regime semplificato e il regime speciale dell'agricoltura, dell'allevamento e della pesca sono prorogati per il periodo d'imposta del 2019.

Real Decreto-Ley 26/2018
Il Real Decreto-Ley 26/2018 del 28 dicembre introduce misure di emergenza nel settore dell’arte e della cinematografia, misure che il settore chiedeva da tempo per contrastare la grave crisi che da anni lo aveva coinvolto. I principali provvedimenti sono i seguenti:
· la riduzione dell’imposta sul valore aggiunto per interpreti, artisti, direttori, tecnici, produttori e organizzatori di opere e spettacoli culturali, che passa dal 21% al 10% a partire dal 1° gennaio 2019;
· la riduzione dell’Irpef dal 19% al 15% per i redditi derivati dalla proprietà intellettuale, quando il contribuente non è anche l’autore dell’opera. Gli artisti degli spettacoli pubblici potranno continuare a beneficiare della previdenza sociale anche nei periodi di inattività;
· l’eliminazione dei vincoli introdotti dalla Legge di Bilancio del 5 Luglio 2018 per i produttori cinematografici che volevano beneficiare delle detrazioni fiscali previste per la produzione di film internazionali in Spagna.(04/04/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07